Pan - il dio delle streghe-

Riflettiamo insieme sulle Divinità  e sul loro culto

Moderatore: CONGREGA

Berkana
Magus Herbae
Magus Herbae
Messaggi: 862
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Pan - il dio delle streghe-

Messaggioda Berkana » 30/01/2007, 18:35

Immagine
Il Dio Pan rappresenta la Natura ?nella sua interezza? e quindi nel bene e nel male, senza alcuna connotazione Manicheo. E' sostanzialmente un personaggio neutrale che pu? essere all?origine della creazione ma anche della distruzione

Secondo una leggenda, Pan, figlio di Ermes, fu abbandonato dal padre in una pelle di lepre (animale sacro a Afrodite e Eros) e fu accolto con estrema gioia dagli Dei, soprattutto da Dioniso, cos? come narrato nell'"inno omerico a Pan".

Per altre fonti, il Dio, figlio di Mercurio e della Ninfa Dryops (o, stando ad altre leggende, di Hermes e Penelope, la moglie di Ulisse), ? nato con le gambe e le corna di una capra. Abbandonato dalla madre proprio per il suo aspetto mostruoso, il padre Hermes se lo ? portato nell?Olimpo, conferendogli quindi il rango di divinit?.



Gambe e corna caprine e busto di uomo, Pan ? il Dio dei pastori e dei greggi. Il suo nome si fa derivare solitamente da "paein" che in greco vuol dire pascolare ma il termine greco pan significa letteralmente "tutto" e in questa accezione ? la designazione del Dio occulto della foresta, dell'abisso, del profondo.

Pan, oltre che sulla pastorizia, governa anche sul timor panico. Si narra che il Dio non sopportava essere disturbato durante il suo riposo pomeridiano e se ci? accadeva Pan emetteva urli terrificanti che scatenavano appunto il timor panico. E' anche il Dio che governa la sessualit?, la masturbazione e l'ignoto, per questo il diavolo cristiano ? sovrapposto all'immagine di Pan come forte condanna e rifiuto della sessualit? e degli istinti.

Pan vagava per boschi e montagne zufolando, seguito dalle ninfe. Sull'origine dello zufolo, la leggenda narra che Pan un giorno tent? di prendere la ninfa Siringa ma questa si trasform? in un gruppo di canne che al soffiare del vento emettevano un suono tanto bello che il Dio, con canne di diversa lunghezza, cre? il mitico flauto di Pan.

Altro aspetto di Pan era quello di Dio bonario, che accorreva in aiuto di chiunque ne avesse bisogno.

Pan ? il Dio delle streghe, fortemente legato alla Luna, alle forze della grande Madre, della Dea. Si narra infatti che egli sedusse Selene, celando il nero pelo caprino sotto un vello bianco. La Dea non lo riconobbe e acconsent?, salendogli in groppa, a godere di Lei a suo piacimento. Tale leggenda si riferisce probabilmente all'atto sessuale svolto al chiaro di luna a Beltane, notte in cui la Dea e il Dio si uniscono carnalmente per procreare.

Secondo Plutarco, con l'avvento del cristianesimo Pan muore, ma molti non sono d'accordo con l'autore, affermando altres? che Pan non ? morto ma giace addormentato. Per quanto infatti il cristianesimo tent? di assimilare Pan al diavolo e quindi di ucciderlo, egli pu? risvegliarsi se si recupera la connessione personale con la natura e con l'istinto.


Tratto dal sito Antica Grecia, testo di Ilaria***Luna*** & Satyr


Berk

Berkana
Magus Herbae
Magus Herbae
Messaggi: 862
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Berkana » 05/02/2007, 23:08

Altro:...

Nella mitologia romana, Fauno ? l'equivalente del greco Pan. E' il padre della Bona Dea o Fauna. Fauno era spesso chiamato Lupercus in quanto difensore delle greggi dagli assalti dei lupi.

Nelle comunit? rurali veniva celebrata la fondazione del suo tempio il 15 di febbraio, la Lupercalia.

Berk

elfobianco)O(
Magus Herbae
Magus Herbae
Messaggi: 731
Iscritto il: 15/01/2007, 18:57

Messaggioda elfobianco)O( » 05/02/2007, 23:09

Io sono molto legato al satiro dei boschi, ? stato lui che mi ha accompagnato nel mio primo grande esame (quello della maturit?). una tesina fatta sulla concezione di vedere le cose, il modo in cui l'uomo deve darsi una visione di tutto cio che ci circonde. Lui afferma il contrario, tutto esiste perchè ha in se il movimento, questo ? un modo per definire il mondo fenomenico che ci circonde (dottrina Panteista).

La parola greca Pan significa "Tutto". Pan ? un dio eterno, in quanto gli antichi, si accorsero ben prima di noi che ?Nulla si crea, Nulla si distrugge? (Primo principio della termodinamica "l'energia si modifica ma non si annulla"), quindi Pan afferma che TUTTO esiste, esso viene definito come colui che afferma se stesso e quindi diviene il 666 (indovinata chi ha stravolto questo numero??^^).

Pan non si crea il motivo della sua esistenza non si crea domande perchè altrimenti finirebbe il suo stato di eterna gioia e felicit?.


Mito di Pan

Pan nasce dall'amore di Ermes e della ninfa Penelope per la quale il dio assunse l'aspetto di uomo e divenne pastore presso i possedimenti di un ricco mortale dell'Arcadia. Subito dopo la sua nascita, Penelope, alla vista del Dio rimase terrorizzata, il suo aspetto era talmente brutto ed animalesco che decise di abbandonarlo.

Pan ? più simile ad un animale che ad un uomo, il corpo era coperto di ruvido pelo, la bocca si apriva su una serie di zanne, la barba, due corna e al posto dei piedi ha due zoccoli caprini. il padre , Ermes, lo port? con se nell'olimpo, dove fu accolto con benevolenza specialmente da Dioniso che decise di accoglierlo nel suo seguito. Pan ? un dio gioviale che dava allegria a chi gli stava vicino.

Un giorno Pan, vide la figlia della divinit? fluviale Ladone, Siringa e se ne innamor?. La fanciulla per? al cospetto di pan fugg? terrorizzata tanto da pregare il proprio padre, di mutarle l'aspetto in modo da non farla riconoscere da Pan.. Ladone, impietosito dalle preghiera della figlia, la trasform? in una canna..
Pan, invano cerc? di distinguere la fanciulla fra i diversi giunchi, alla fine, ne recise uno, lo tagli? in tanti pezzi di lunghezza diversa che leg? assieme con dello spago. Fabbric? cos? uno strumento musicale che prese il nome di "siringa" dalla sventurata fanciulla e che ai posteri ? anche noto come il "flauto di pan".
Da allora Pan torn? nei boschi correndo e danzando con le ninfe e a spaventare i viandanti che attraversavano le selve.
Al dio si attribuiscono i rumori che si sentono la notte e dalla paura che essi causano deriva il detto "panico".

Elfo)O(

Felce
ARTEFICES elemento FUOCO
ARTEFICES elemento FUOCO
Messaggi: 607
Iscritto il: 19/01/2007, 20:58

Messaggioda Felce » 05/02/2007, 23:10

La leggenda vuole che verso la fine dell'Impero romano,una nave passava vicino le coste della Grecia...i marinai giurarono di aver sentito una voce che urlava al vento,o forse era proprio il vento:
"Pan ? morto"
...il tempo degli Dei greci si ferm?..per essere lentamente dimenticato...ma non del tutto pare^^

Thot_de_Arcade
Civites
Civites
Messaggi: 21
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Thot_de_Arcade » 05/02/2007, 23:12

Pan rappresenta una Divinit? personale.......... prorpio come deriva il suo nome p?enso che sia una rappresentazione del tutto, dell'energia presente in ogni cosa e ricollegata agli Dei........ forse ? lui che con la sua siringa ci risveglia dal sonno dell'anima, che ci permette di capire qualse sia il nostro sentiero da seguire e capire...... egli protegge noi dagli attacchi di chi ci vuole eliminare e o imprigionare.......

Elaphe
Civites
Civites
Messaggi: 37
Iscritto il: 16/01/2007, 12:40

Messaggioda Elaphe » 05/02/2007, 23:13

Scusate, ma di Pan figlio di Cronos e fratello di Zeus, Ade e Poseidone, che combatt? le divine battaglie in difesa dell'Olimpo?

Baci.

E.

Berkana
Magus Herbae
Magus Herbae
Messaggi: 862
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Berkana » 05/02/2007, 23:17

Scusate, ma di Pan figlio di Cronos e fratello di Zeus, Ade e Poseidone, che combatt? le divine battaglie in difesa dell'Olimpo?

Scusami Elaphe non ho ben capito la tua domanda.
Fatto sta, se pensi che non abbiamo citato qualcosa d'importante...a te la parola ^_^

Berk


Torna a “Il Pantheon”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti