Il Pranayama, Il Potere del Respiro

Magia ed Esoterismo in Oriente

Moderatore: CONGREGA

follettinakiara
Civites Aurum
Civites Aurum
Messaggi: 369
Iscritto il: 20/01/2007, 19:57

Il Pranayama, Il Potere del Respiro

Messaggioda follettinakiara » 12/02/2007, 9:03

Prima di iniziare un discorso sulla Yoga ho voluto concentrare la vostra attenzione su questa pratica che funge da ponte collante fra la mente, il corpo e lo spirito rinvigorito ed alimentato dalle successive pratiche yogiche. Partiamo dunque dalla sua etimologia dove Prana significa energia cosmica, forza nonch? soffio vitale corrispettivo del Ki/Qi Giapponese ed uniformato alla forza cosmica mentre Ayama significa controllo, prolungamento quindi il Pranayama ? il Controllo dell'Energia (Prana). Questa tecnica si basa principalmente sul respiro e sul giusto utilizzo dei polmoni i quali sono addetti all'assorbimento di questa particolare energia presente in Natura indispensabile per l'equilibrio psicofisico ecco perchè ? considerata il primo passo che conduce verso le pratiche yogiche, senza di essa l'esercizio di quest'ultime risulta faticoso e spesso inutile. Sappiamo inoltre che l'ossigenazione del Cervello ? importantissima non solo per il corpo ma anche per la mente ed infatti il Pranayama dar? i giusti mezzi per uniformare e ottimizzare questi componenti dell'Uomo.

Angelus Deorum

Hermete
ARTEFICES elemento ARIA
ARTEFICES elemento ARIA
Messaggi: 1006
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Hermete » 12/02/2007, 9:03

Davvero interessante Angelus.

Volevo farti delle domande a riguardo!

Sono esercizi da fare in sequenza? E' consigliabile farli tutti i giorni oppure non necessitano di tanta costanza, tu cosa consigli per avere dei buoni risultati?

Ho sentito da alcune persone che hanno praticato yoga che ? consigliabile fare determinati esercizi a digiuno, lontano dai pasti in quanto rilassandosi i tessuti rallentano la digestione, in seguito altre persone mi hanno detto che questa ? una concezione ormai superata, tu cosa consigli?

In quale fascia delle giornata ? auspicabile fare questi esercizi?

follettinakiara
Civites Aurum
Civites Aurum
Messaggi: 369
Iscritto il: 20/01/2007, 19:57

Messaggioda follettinakiara » 12/02/2007, 9:04

Solitamente vanno fatti in sequenza, naturalmente aspettando qualche minuto per non congestionare il cervello in particolare nei primi tempi... io consiglio di utilizzare una data tecnica per un mese, capirla, integrarla e poi passare alle successive.

Il momento migliore ? la mattina o la sera prima di andare a dormire quando parler? di alcune tecniche yoga capirete anche il motivo.

Concordo sul Digiuno o meglio aspetta che la digestione si ormai in atto quindi un 2 ore dopo i pranzi principali o gli spuntini... il bisogno della fame potrebbe stordire e sconcentrare come la pesantezza dei cibi.

Angelus Deorum

Hermete
ARTEFICES elemento ARIA
ARTEFICES elemento ARIA
Messaggi: 1006
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Hermete » 12/02/2007, 9:05

Ho provato gli esercizi, tutti quanti in sequenza.

La posizione del Loto sono riuscito a farla solamente nei primi due esercizi, non essendoci abituato mi facevano male le caviglie e quindi i restanti esercizi li ho fatti a gambe incrociate.
Praticamente la rspirazione deve essere diaframmatica o toracica?

Per quanto riguarda l'Ujjay invece mi ? stato difficile capire come contrarre il collo.... non ho capito se devo tenerlo come quando ingoio qualcosa.

Espirate dolcemente dalle narici partendo dalla gabbia toracica fino alla cintura addominale, prendete una breve pausa e ripartire.

Quindi si fa due volte e basta?

Nel Bhastrika invece quando si espira, lo si fa dolcemente o con energia?

A quanto ho capito tutti gli esercizi si fanno espriando dal naso ma ho notato che viene male in esercizi come Bhramari e Sitali... per emettere un suono bisogna espirare dalla bocca altrimenti esce un suono nasale, o ? proprio quello che deve uscire?

Sempre in Sitali ho provato ad emettere il suono sia tenendo la lingua arrotolata che sciolta, escono due suoni differenti... qual ? la giusta tecnica?

L'ultimo esercizio invece per quante volte si fa? Ho notato che la visualizzazione dell'energia mi esce meglio che dell'entrata!

Gli esercizi mi sono piaciuti, sono semplici e non occupano tanto tempo quindi si possono tranquillamente fare in una ventina di minuti... ora li ho solo provati, aspetto di sapere questi particolari per ripeterli!

follettinakiara
Civites Aurum
Civites Aurum
Messaggi: 369
Iscritto il: 20/01/2007, 19:57

Messaggioda follettinakiara » 12/02/2007, 9:06

Praticamente la rspirazione deve essere diaframmatica o toracica?

Dev'essere sia toracia che addominale, nel senso che prima contrai la fascia addominale e poi espandi la toracia in un moto ascendente.

Per quanto riguarda l'Ujjay invece mi ? stato difficile capire come contrarre il collo

In questo caso mentre trattieni l'aria contrai i muscoli del collo e vedrai che la glottide former? un vuoto nella base anteriore del collo.

La posizione del Loto sono riuscito a farla solamente nei primi due esercizi

Per gli inizi puoi assumere tranquillamente la posizione del mezzo loto cio? con gambe incrociate semplicemente.

In alternativa puoi usare la Siddh?sana o la Vajr?sana, anche se ritengo migliore la Padmasana.

Immagine
<i>Siddh?sana, posizione perfetta</i>

Immagine
<i>Vajr?sana, posizione del diamante</i>

Quindi si fa due volte e basta?

Si fa per 3 volte consecutive, parliamo sempre degli inzi alcuni arrivano a 60 cicli.

Nel Bhastrika invece quando si espira, lo si fa dolcemente o con energia?

Con energia, senza eccedere!

A quanto ho capito tutti gli esercizi si fanno espriando dal naso ma ho notato che viene male in esercizi come Bhramari e Sitali... per emettere un suono bisogna espirare dalla bocca altrimenti esce un suono nasale, o ? proprio quello che deve uscire?

La respirazione avviene SEMPRE attraverso il naso, la bocca non ? considerata nel Pranayama come canale di emissione, anche perchè la corretta respirazione prevede sempre le narici come base. Il suono quindi ? nasale aiutati magari con le corde vocali senza aprire la bocca. Nel caso di Bhramari il ronzio pu? essere partorito anche dalla bocca, unico caso!

qual ? la giusta tecnica?

Lingua arrotolata, deve formare un tubo molto stretto!

L'ultimo esercizio invece per quante volte si fa?

Per una sola volta, 2 cicli al giorno!

Ti raccomando di partire in modo semplice e dolce, se ti gira la testa o senti nausea interrompi e ricomincia il giorno dopo.

Angelus Deourm

Hermete
ARTEFICES elemento ARIA
ARTEFICES elemento ARIA
Messaggi: 1006
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Hermete » 12/02/2007, 9:06

Ti raccomando di partire in modo semplice e dolce, se ti gira la testa o senti nausea interrompi e ricomincia il giorno dopo.

Ecco diciamo che una sensazione simile l'ho provata.... non era nausea ma la testa l'ho snetita per qualche secondo più leggera soprattutto quando ho fatto il secondo esercizio.

Non ho interrotto perchè non ? stata una sensazione sgradevole!

Espulso005
Civites Fidelis
Civites Fidelis
Messaggi: 142
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Espulso005 » 12/02/2007, 9:07

Mi piace molto questa cosa.. mi ricordo che quando ero in america feci un piccolo corso di yoga e la mia maestra mi disse che per vivere bene bisogna imparare a respirare...
ma respirare nel senso vero della parola non solo respirare per passare la giornata

adesso mi metto a lavoro con questa tecnica e vi racconto i risultati

Bast


Torna a “Sospiri d'Oriente”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite