I Chakra

Magia ed Esoterismo in Oriente

Moderatore: CONGREGA

elfobianco)O(
Magus Herbae
Magus Herbae
Messaggi: 731
Iscritto il: 15/01/2007, 18:57

I Chakra

Messaggioda elfobianco)O( » 30/01/2007, 19:28

<p align="center">I CHAKRA</p>

Per una buona salute, fisica, mentale e spirituale, l'energia (KUNDALINI) deve essere libera di scorrere
senza impedimenti attraverso il canale che unisce i chakra.
Di frequente, invece, si manifestano delle occlusioni, che possono essere di varie origini, con componenti
psichiche fisiche o anche energetiche, pertanto la vitalita' di Kundalini risulta ridotta.
Normalmente, questa "occlusione" o "blocco" avviene in corrispondenza di punti particolari detti CHAKRA .

CHAKRA e' un termine sanscrito, significa "ruota".
E' un vortice di energia dotato di due "aperture" o "uscite", una anteriore ed una posteriore, che governa un gruppo di funzioni. Ogni vortice gira secondo un verso ed una precisa frequenza determinando la propria emanazione cromatica. Si tratta di luoghi energetici di fondamentale importanza che si manifestano a vari livelli della colonna vertebrale e del cranio, lungo il canale di scorrimento dell'energia, che nasce dalla base della spina dorsale e sale attraverso di essa fino al'apice della testa.

DAL BASSO VERSO L'ALTO SI CONTANO 7 CHAKRA:
NUMERO GHIANDOLA PECULIARITA' COLORE

Immagine

( 1 ) surrenale istinto all'autoconservazione rosso
( 2 ) gonadi energia sessuale arancio
( 3 ) pancreas ego, memoria, autoaffermazione giallo
( 4 ) timo affettivita', comunicazione verde
( 5 ) tiroide analisi, creativita', comprensione azzurro
( 6 ) ipofisi intuizione, senso dell'unita' indaco
( 7 ) epifisi coscienza universale bianco

I chakra assorbono l'energia universale, la scompongono e la convogliano lungo i canali energetici
fino al sistema nervoso, alle ghiandole endocrine ed al sangue.
il chakra utilizza l'energia di Kundalini per manifestarsi sia sul piano fisico che su quello mentale:
la chiave di interpretazione dei sette punti energetici si sviluppa costantemente su questi due piani ,
definendo il chakra come un complesso dispositivo in grado di organizzare a livello
psicosomatico le strutture umane, confermando la regola che
ad un buon funzionamento organico fa corrispondere
un' espressione ottimale anche sul piano psichico e viceversa.
Dal basso verso l'alto vediamo quali caratteristiche umane produce ogni singolo chakra se ben
sviluppato:

MULADHARA il 1 chakra:

Collocato tra l' ano ed i genitali, quando sia attivato, genera grande energia vitale
ed istinto di autoconservazione.
presiede quindi alla salute fisica e caratterizza tutte quelle persone che hanno una forte
volonta' di vivere.
Questi individui emanano un senso di "forza" e spesso, in relazione con gli altri, funzionano
come"generatori" di energia, infondendo determinazione ed attivismo
in quanti vengono in contatto con essi.
Di contro, chi soffre di un blocco energetico a questo livello non riesce a radicarsi nella realta'
e non sempre riuscira' ad incidere su di essa come vorrebbe.
Sono persone che spesso in una situazione di gruppo, restano in disparte;
non amano l'espressione fisica e a volte non godono ottima salute.
Indicativo e' il collegamento di questo chakra con le ghiandole surrenali:
nei momentiestremi della vita sono queste ghiandole a secernere l'adrenalina, in grado di stimolare
le nostre difese ed il nostro istinto di autoconservazione.

SVADHISTHANA il 2 chakra:

Posto in prossimita' dell'osso pubico, e' collegato con l'energia sessuale e governa la
capacita' di godere appieno dello scambio di piacere fisico.
Durante l'atto sessuale il corpo viene invaso di energia vitale la cui buona circolazione presiede
ai sistemi di autoguarigione e riparazione fisica.
Un blocco del secondo chakra determina una carenza in tal senso ed una incapacita' mentale
di trarre nutrimento psichico dal rapporto e dalla comunione con gli altri.

MANIPURA il 3 chakra:

Collocato appena sopra l'ombelico , esprime il senso dell' Ego.
Non si tratta qui dell' eccesso negativo di questo termine che spinge ad una autoaffermazione
violenta ed indiscriminata: il terzo chakra manifesta quella indispensabile capacita' di sentirsi
"protagonisti" della scena del mondo che spinge l'individuo a porsi in relazione con esso
utilizzando tutte le sue qualita'.
Essere coscienti dei propri "talenti" e moltiplicarli, sapere di essere figli di questo universo e di
avere diritto ad essere qui alla pari "degli alberi e delle stelle" e' la base necessaria per poter
utilizzare positivamente le proprie energie sul cammino dell' evoluzione.

ANAHATA il 4 chakra:

Il chakra del cuore dona la capacita' di amare.
Piu' questo centro e' aperto e sviluppato e piu' salira' la qualita' di questo sentimento; dai propri
cari e congiunti, agli individui piu' esterni al nucleo famigliare, fino alle persone sconosciute
nelle quali si riconosce comunque l' espressione della bellezza cosmica;
cosi' la manifestazione del sentimento d'amore diviene sempre piu' ampia e incondizionata
fino a comprendere anche gli individui considerati comunemente negativi,
di cui non si percepira' piu' solo il lato oscuro, ma anche la scintilla di luce e di armonia che e'
comunque e sempre, presente in ciascuno.
Un blocco a tale livello rende impossibile il passaggio di kundalini ai chakra superiori.
Spesso a questa carenza l'individuo cerca di reagire con un surplus di "volonta'": si tratta di uno
sforzo notevole che tuttavia non conduce a risultati apprezzabili;
con una simile impostazione difficilmente la volonta' altrui viene percepita come qualcosa di positivo
con cui si possa cooperare, quanto piuttosto come un nemico ostile da "controllare" costantemente.
Questa sostituzionedi volonta' al posto di amore provoca, inoltre, un approccio con la realta'
meno piacevole ( cio' che si fa con amore produceautomaticamente piacere e gratificazione,
non altrettanto cio' che si fa per dovere ).
La soddisfazione provata da questi individui e' di tipo mentale piu' che emozionale e la tendenza
nei confronti del proprio partnere' di possesso piu' che di amore.
L'esigenza di "controllo" della volonta' altrui rende difficilissimo in seguito l'abbandono spirituale;
la capacita' di concepire un' intelligenza cosmica, capace di sostenerci e di condurci,
incontra conflitti e resistenze.
Problematico risulta il superamento del senso di scissione e di dualismo e la percezione di
un' Unita' superiore.

VISHUDDA il 5 chakra:

Il chakra della gola dona la capacita' di essere autogeneranti e creativi
e di rispondere in prima persona alle proprie necessita'.
Governa anche la capacita' di "ricevere".
La sua maturita' si manifesta quando l'individuo smette di incolpare gli altri per l'insoddisfazione
dei propri desideri ( atteggiamento tipico della fase adolescenziale ).
Il suono viene generato in questo punto ed e' anch'esso collegato alla capacita' di creare
e di modoficare la realta'.

AJNA il 6 chakra:

E' il terzo occhio, posto nel punto tra le sopracciglia,
che permette di vedere con chiarezza la realta' ed i suoi contenuti.
Dona la capacita' di andare oltre il "VELO di MAJA", ossia oltre le apparenze, e di percepire
il senso di Unita' che sottende alla molteplicita' delle forme sensibili.
Dona capacita' di discernimento; la sua occlusione genera persone confuse, indecise ed insicure.

SAHASRARA il 7 chakra:

Il settimo chakra, all'apice della testa, ci collega alla coscienza universale ,
svelandoci i disegni invisibili che organizzano, al di sopra dei pensieri e dei desideri umani,
i fili del grande arazzo della Realta'. L'apertura di questo chakra genera individui dall'intensa vita interiore ove la luce dello Spirito brilla sovrana.
Siamo su un piano di spiritualita' superiore ma molto personale, cioe' non necessariamente
collegato con una religione specifica: e'un stato particolare dell'Essere non esprimibile
verbalmente, che dona un senso di estrema interezza, chiarezza e serenita'.
La ghiandola pineale, che a livello fisico corrisponde a questo chakra, era anticamente considerata la sede dell'Anima.

Immagine

I chakra e le pietre

7 chakra
SAHSRARA
quarzo trasparente -diamante

6 chakra
AJNA
zaffiro-fluorite-ametista

5 chakra
VISHUDDHA
acquamarina-turchese-celestite

4 chakra
ANAHATA
quarzo rosa-smeraldo-tormatilla verde

3 chakra
MANIPURA
zolfo-quarzo citrino-topazio

2 chakra
SVADHISTHANA
granato-rubino-corniola

1 chakra
MULADHARA
ossidiana-quarzo affumicato-diaspro sanguigno

Elfo)O(

silver-eagle
Civites
Civites
Messaggi: 48
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda silver-eagle » 12/02/2007, 10:33

non tutti sanno che i chakra possono essere aperti per poter far scorrere maglio l'energia in se; per esempio questo viene fatto nel rei-ki, si aprono il settimo chakra e i due chakra sui palmi delle mani, in questo modo si puo far fluire l'energia dal cosmo (entra dal settimo chakra) fino a farla uscire dalle mani e indirizzarla verso un'altra persona, questo procedimento ? terapeutico verso chi riceve l'energia e funziona con ogni cosa dotata di energia (animali, piante, persone, pietre,....).


Torna a “Sospiri d'Oriente”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti