I ching

Magia ed Esoterismo in Oriente

Moderatore: CONGREGA

elfobianco)O(
Magus Herbae
Magus Herbae
Messaggi: 731
Iscritto il: 15/01/2007, 18:57

I ching

Messaggioda elfobianco)O( » 30/01/2007, 19:29

I Ching

I Ching, detto anche Libro dei Mutamenti, ? da tempo accolto positivamente da eminenti filosofi e umanisti, grazie ai suoi contenuti pieni di saggezza, che sono al di fuori del contesto divinatorio.
I Ching rappresenta una nuova fonte di interesse, poichè indica come raggiungere una meta senza utilizzare la razionalit? ma la filosofia: non si impongo cambiamenti, ma si indicano strade e spiegazioni del perchè una certa situazione esiste e come potrebbe mutare in base a determinati comportamenti.

La Genesi del libro dei I Ching ? sconosciuta si pensa che possa risalire a più di 5000 anni fa. E' contemporaneo dell'oracolo di Delfos, dell'astrologia Azteca, dei Druidi, fratello di tutte le fratellanze di tempi remoti. ? anche l'origine di numerose scienze tradizionali; l'agopuntura, il Feng Shui, il Chi kun, il Tailandese Chi. I Padri ispiratori della saggezza dei I:Ching sono il Re Wen, il duca di Chou, Confucio e il gi? nominato Fuhsi, cos? come gli Imperatori e i Re delle varie dinastie che si susseguirono nei millenni.

Durante tutta la vita del duca di Chou, I Ching fu usato come testo oracolare con il titolo "I mutamenti di Chou", e fu in questo periodo che Confucio ne venne a conoscenza, traendone insegnamenti profondi che influirono in maniera determinante sul suo carattere. Confucio asseriva che per raggiungere l'armonia bisogna coltivare la propria personalit?, rafforzandola e nobilitandola.
Confucio contribu? alle stesura della nuova versione del libro aggiungendo commenti che sono riportati in una parte dei testi moderni.

In Cina, durante i secoli successivi e tra alterne fortune, i responsi del libro furono richiesti da filosofi, politici e anche gente comune per avere una indicazione su importanti decisioni da prendere, ed ? utilizzato tutt'oggi. In Giappone il libro dei I Ching viene consultato prima di grandi trattative ed ? materia di studio nelle Universit?.

In Europa la diffusione dei I Ching cominci? nel 1600, portato dai monaci gesuiti, ma che ebbe scarso successo a causa di traduzioni grossolane e poco comprensibili. Soltanto nel 1911 si inizi? una seria traduzione in tedesco che dur? 12 anni, attraversando epoche drammatiche come la rivoluzione cinese del 1911 e la prima guerra mondiale del 1915.
Nel 1924 il libro fu finalmente pubblicato e riscosse un immediato e meritato successo non solo in Germania, ma in tutta l'Europa.
A questa traduzione in tedesco ne seguirono un'altra in inglese nel 1949, e in italiano nel 1950.
A partire da allora I:Ching, il Libro dei Mutamenti, divenne una patrimonio culturale e fonte di conforto spirituale per milioni di persone.

Storicamente il libro fu prevalentemente usato come un almanacco per l'agricoltura, la caccia e la pesca ora si possono trovare risposte alle nostre decisioni analizzando dati, verificando le circostanze ma, per fare questo abbiamo bisogno di molto tempo e in certe situazioni la tempestivit? ? risolutiva.

Come tutti, probabilmente, la gran parte delle decisioni vengono prese d'istinto, basandosi su sensazioni epidermiche.

I Ching ? un metodo, non ? una scienza esatta, ? uno strumento utile che si mostrer? efficace e aiuter? a prendere le decisioni a chi si concentrer? o come dicono in Cina se la persona che fa la domanda ? " nel Tao lo Yin e lo Yang sono il simbolo che identifica i due principi antagonisti.

Immagine


I Ching ? un opera di divinazione, in cui si ricorre a oracoli basati su 64 figure astratte, ognuna composta da sei linee parallele o esagramma composto dal trigramma inferiore e da quello superiore.
Queste linee sono di solo due tipi: linee divise, dette anche linee negative, e non divise dette positive.
La loro posizione determina una delle 64 risposte possibili alla vostra domanda.

Elfo)O(

Elara
Civites Fidelis
Civites Fidelis
Messaggi: 138
Iscritto il: 25/01/2007, 23:44

Messaggioda Elara » 12/02/2007, 10:37

come sempre molto esauriente Elfo :) ..magari si pu? trovare qualche passo..o immagini..vediamo..

Ela

MagOscuro
Civites
Civites
Messaggi: 43
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda MagOscuro » 12/02/2007, 10:39

Questo posto mi piace...Caro Elfo, allora l'I Ching potrebbe essere confrontato come sapere e non, ovvio come contenuti per una pensiero generale, all'Astrologia...sapere condiviso e apprezzabile ma non scienza...Perch? diversamente dalla Scienza non ? dimostrabile con prove precise e condivise, no? ;)

Felce
ARTEFICES elemento FUOCO
ARTEFICES elemento FUOCO
Messaggi: 607
Iscritto il: 19/01/2007, 20:58

Messaggioda Felce » 12/02/2007, 10:39

I Ching sono molto affascinanti sebbene li usi di rado...i responsi vanno per immagini quindi si basano su una grande riflessione di se stessi.
E' uno spaccato molto elegante della filosofia cinese e sul loro modo di vedere.

Elaphe
Civites
Civites
Messaggi: 37
Iscritto il: 16/01/2007, 12:40

Messaggioda Elaphe » 12/02/2007, 10:41

Aggiungerei che una di quelle edizioni in lingua tedesca arriv? a Jung che ne rimase affascinato e scrisse una famosa introduzione al metodo divinatorio. E che in uno dei manuali delle Giovani Marmotte c'era un metodo semplificato che ha "rovinato" generazioni di bambini, compreso il sottoscritto.

Baci.

E.

Ghaladh
Civites Excelsus
Civites Excelsus
Messaggi: 283
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Ghaladh » 12/02/2007, 10:42

Io mi rivolgo all'I-Ching molto spesso; trovo che i suoi consigli siano inconfutabilmente preziosi e sempre coerenti... ? uno dei pochi metodi divinatori imparziali che possiamo usare per noi stessi senza correre il rischio di interpretare qualcosa secondo i nostri desideri, auto-influenzandoci involontariamente.


Torna a “Sospiri d'Oriente”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite