Tarocchi e incantesimi

Incantesimi semplice per la nostra pratica quotidiana

Moderatore: CONGREGA

gaya
Civites
Civites
Messaggi: 21
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda gaya » 04/03/2008, 18:50

Complimenti!!^^

Apophis
Civites Exsilium
Civites Exsilium
Messaggi: 307
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Apophis » 04/03/2008, 22:07

Fatemi sapere allora, se avete bisogno di un consulto, naturalmente se non vi fidate, prima possiamo fare una prova dove mi potrete fare domande sulla vostra persona delle quali non potrei conoscere risposta se non con la divinazione.
Di solito alcuni si sentono più sicuri con queste "prove di autenticità ":)

Vi lascio il mio Msn per qualsiasi domanda, o anche per conoscerci meglio,

Scusami Apo ma è vietato postare gli indiririzzi di posta sul forum...basta inserirlo nel profilo così che ogni utente possa contattarti.
Una benedizione ad ognuno,

Apophis

littlewitch
Civites Fidelis
Civites Fidelis
Messaggi: 138
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda littlewitch » 13/03/2008, 11:14

Nonostante la grande stima che ho di Apo,
non sono d'accordo sull'utilizzo dei tarocchi nei Rituali, o almeno non come unico elemento su cui si possa basare un incanto.
Si possono utilizzare le energie che incanalano, ma come coadiuvante di un incantesimo o rituale, utilizzare esclusivamente le lame è pericoloso, e come si è visto nel caso di Elfo il contraccolpo è praticamente scontato, in quanto sono "portela sciate aperte", e che possono essere utilizzate da molti!

uiscecat
Civites
Civites
Messaggi: 22
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda uiscecat » 13/03/2008, 12:56

Ho osservato questa discussione per molti giorni, indecisa se intervenire oppure no. Little mi ha preceduta e mi trovo d'accordo con lei.
I Tarocchi rappresentano un tramite con i mondi sottili, sono uno strumento prezioso il cui utilizzo deve essere ben ponderato e non prescinde da un profondo studio.
Lo stesso vale per le rune.
Mi è stato insegnato che il valore insito in ogni immagine può aiutare a focallizzare l'energia di un rituale, quando tale rituale risulti complesso e quindi necessiti di particolare attenzione.
Uno schema di lame è un azzardo difficile da gestire. Inoltre mi sembra un uso improprio di quello che è un puro mezzo di divinazione.

Apophis
Civites Exsilium
Civites Exsilium
Messaggi: 307
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Apophis » 14/03/2008, 12:27

uiscecat ha scritto:Ho osservato questa discussione per molti giorni, indecisa se intervenire oppure no. Little mi ha preceduta e mi trovo d'accordo con lei.
I Tarocchi rappresentano un tramite con i mondi sottili, sono uno strumento prezioso il cui utilizzo deve essere ben ponderato e non prescinde da un profondo studio.
Lo stesso vale per le rune.
Mi è stato insegnato che il valore insito in ogni immagine può aiutare a focallizzare l'energia di un rituale, quando tale rituale risulti complesso e quindi necessiti di particolare attenzione.
Uno schema di lame è un azzardo difficile da gestire. Inoltre mi sembra un uso improprio di quello che è un puro mezzo di divinazione.


Mai detto che i tarocchi prescindono da uno studio lunghissimo, anzi, ci mancherebbe. Inoltre non v'è scritto in NESSUN libro che io abbia mai letto che i tarocchi sono per SOLO scopo divinatorio. Anzi, prima del GIOCO della divinazione c'è il CAMMINO iniziatico dal Matto al Bagatto, o viceversa.
Per rispondere a Little, io è circa 4 anni che uso i Tarocchi oltre che per divinare, anche come strumenti rituali. MAI e dico mai avuto un contraccolpo, purtroppo dipende chi ha fatto i tarocchi, quanto ci lavori, se li hai assimilati e capacità  personali varie...Elfo magari non ha mai lavorato tantissimo su quelle energie e non sapeva controllarle, ma comunque il colpo di ritorno avviene per tanti motivi. Ti assicuro inoltre che non sono assolutamente porte per altre energie, anzi, provaci ad entrare nel mazzo di tarocchi di un altro Stregone...ti assicuro che se fatti bene i Tarocchi diventano una tua emanazione, il prolungamento del tuo braccio. Limitare la loro forza come coadiuvanti di un rituale è secondo me banale. Sono le essenze della Natura e del Cosmo ritratte in simboli. Possono essere benissimo usati come unico focus. Basta armonizzarcisi completamente...
Ma comunque ognuno ha le sue opinioni ci mancherebbe^^
Io continuerò a scrivervi questi incanti uin quanto di semplice realizzazione e grande fascino. Certo di colpo di ritorno si parla quando vuoi fare del male ma "pesantemente"...allora devio stare attento a quello che fai e schivare la legge del tre.


Dana vi benedica,

Apophis

Berkana
Magus Herbae
Magus Herbae
Messaggi: 862
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Berkana » 14/03/2008, 13:23

Concordo con Apo!
Berk

Gufo
Civites Exsilium
Civites Exsilium
Messaggi: 207
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Gufo » 14/03/2008, 21:52

Per Uiscecat...MA DI CHE STIAMO A PARLA'? :D (COME SI DICE A ROMA?)...
Per Apo, sono d'accordissimo con te, anche se sai cosa penso del'inesistente legge del tre...ma quello che dicono sui tarocchi lo pensano in molti anche sulle rune...
E secondo me anche sugli ogham...
Piuttosto Apo, perchè non inizi a fare un approfondimento sugli Ogham su questo forum alla luce delle tue esperienze?
Sarebbe interessante per tutti, forse.
Anche se molti diranno che sono SOLO uno strumento divinatorio che nessuno conosce...
un canto per voi
Gufo

Apophis
Civites Exsilium
Civites Exsilium
Messaggi: 307
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Apophis » 14/03/2008, 23:15

Ogham?^^
La storia è lunga e difficile,
possiamo confrontarci, soprattutto chi ha a disposizione la Dea Bianca...
Ci sono 3 o 4 capitoli su Alfabeto arboreo, Canzone di Amergin etc etc...
se qualcuno è interessato fatemi sapere che apro una discussione...

Apo

Mekare
Civites
Civites
Messaggi: 28
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Mekare » 16/03/2008, 17:53

Apo...io che non so niente...:( mi spieghi qualcosina, tipo cos'è la legge del tre e cosa significa esattamente il "contraccolpo?"

M.K

Apophis
Civites Exsilium
Civites Exsilium
Messaggi: 307
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Apophis » 16/03/2008, 19:44

La legge del tre, è un'invenzione di Cunnigham, del suo Wicca, Guida al Praticante solitario. E' il principio per cui se fai qualcosa di buono torna indietro tre volte, se fai qualcosa di cattivo, torna indietro tre volte.
Diciamo che in principio generale è così se non sei bravo a fare quello che fai, ma soprattutto se lo fai senza il fuoco principale dell'azione: la Volontà .
Noi decidiamo delle nostre vite, decidiamo di fare del male e del bene in maniera arbitraria. Diciamo che dietro alla legge del tre si cela il fatto che se chiami un principio Superiore per fare del male e questa tua azione è dettata solo da orgolio e capriccio, il Principio che vai ad invocare ti si rivolta contro.
Giusto questo, poi è sempre bene almeno dare a questa legge il beneficio del dubbio, così ti risparmi qualche stupidaggine XD

Questo è il mio parere Mekare, c'è chi ci crede vermente, e non gli deve essere tolto nulla.

Apophis


Torna a “Piccole Magie”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite