L'universo aristotelico coincide con il nostro?

Discussioni generalo ed off topic

Moderatore: CONGREGA

Hermete
ARTEFICES elemento ARIA
ARTEFICES elemento ARIA
Messaggi: 1006
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

L'universo aristotelico coincide con il nostro?

Messaggioda Hermete » 12/02/2007, 17:21

Astrologia compatibile con il Nostro Universo

Ragazzi ho trovato questo articolo mentre facevo una piccola ricerca ispiratomi da Prox per quanto riguarda le intelligenze planetarie, dato l'interesse che ho provato nel leggerlo mi piacerebbe condividerlo con voi.

Cosa ne pensate? E' possibile la teoria riguardante un universo cos? grande e immenso che l'influenza dei pianeti nella nostra vita potrebbe essere possibile solo dopo la nostra morte???


Ho letto l'articolo e l'ho trovato tanto interessante quanto illogico, per il mio modo di pensare.

Nella tabella vengono riportate delle tesi antagoniste, pur considerando giuste alcune certe non le capisco proprio.

Perch? se i pianeti sono fatti di comuni sostanze "terrene", non si possono supporre delle influenze di natura soprannaturale? Allora non dovremo supporre come il tutto creato da delle Divinit? superiori? O meglio, rientrando nella nostra concezione di vedere il Divino, non dovremo considerarlo parte di questo mondo?

"Il Sole non ? diverso da qualunque altra stella quindi ogni sua divinizzazione ? arbitraria!"
Be dipende da come lo si intende.... Io non credo che il Sole sia una Divinit?, ma questo non significa che non la possa rappresentare! Quest'astro ha in se tutte le caratteristiche maschili, cos? come la Luna ha quelle femminili.... quindi la loro ? pura simbologia! Il Dvino ? ovunque, in natura ogni cosa ha delle caratteristiche che si possono rapportare ad una Divinit? maschile e ad una femminile, ? semplicemente una questione di equilibri! Poi si pu? trovare una sfaccettatura della Divinit? in ogni cosa, prendendo come esempio le gemme, ognuna di esse pu? rappresentare una Divinit? differente, con una determinata propriet? ed energia quindi!

"Il numero di corpi celesti planetari ? dell'ordine delle decine di migliaia quindi sarebbe impossibile compilare un oroscopo "corretto" e tutti quelli gi? redatti sono giocoforza errati..."
B? si pu? pensare che bastino i corpi celesti gi? conosciuti e gli altri non hanno valenza, ma io preferisco pensare che se ci fosse una conoscenza completa di ogni corpo celeste, della sua posizione nei segni eccetera, avremo un tema natale tanto dettagliato che potremo chiamarlo direttamente col nostro nome e cognome, in quanto ci sarebbero tanti dettagli come il nostro carattere ? effettivamente!

"L'universo ? di dimensioni enormi e l'informazione non si pu? propagare più velocemente della luce quindi anche ammettendo le influenze astrali, queste potrebbero arrivare secoli dopo la morte di una persona", ma non capisco la logica di questa informazione perchè allora dovrebbe essere stilata una velocit? di trasmissione dell'energia del pianeta!

Oddei mi sembra di descrivere un PC!

In questo articolo si dicono tante cose ma ne ? spiegata bene nemmeno una, non si pu? considerare due cose agli antipodi se non si hanno altri dati, e nemmeno provano ad essere accennati. Solo idee empiriche e niente più!


Hermete

Hermete
ARTEFICES elemento ARIA
ARTEFICES elemento ARIA
Messaggi: 1006
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Hermete » 19/02/2007, 22:09

Nel trasferimento dati del forum ho trovato questo post, il quale mi dispiace non essere stato discusso in quanto sono curioso di sentire anche vostre opinioni a riguardo!


Hermete

Berkana
Magus Herbae
Magus Herbae
Messaggi: 862
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Berkana » 20/02/2007, 18:09

Io risponder? con un affermazione di Jung, che condivido in riferimento a questa frase:
Il Sole non ? diverso da qualunque altra stella quindi ogni sua divinizzazione ? arbitraria!

Il concetto junghiano di sincronicit? fu uno dei più apprezzati nel pensiero New Age degli anni sessanta. Jung divenne il guru della New Age e le sue idee furono usate per giustificare l'astrologia, l'I-Ching e altre pratiche "alternative".
Per tentare di spiegare questi fenomeni di sincronicit?, Jung dapprima elabor? il concetto di "tempo qualitativo". Il tempo qualitativo sembrava "spiegare" perchè l'astrologia e altre forme di divinazione funzionavano.
Jung tuttavia gradualmente abbandon? l'idea del tempo qualitativo.




Attualmente gli sviluppi di settori di avanguardia della fisica moderna, la meccanica quantistica, la nuova cosmologia, la teoria del caos,continuano a illuminare l'immaginazione con possibili concrete connessioni fra la fisica e la psiche e Jung ha il merito di aver gettato un ponte tra il mondo scientifico (la dimostrazione di teorie attraverso l'osservazione empirica e clinica) e il mondo della divinazione (il regno degli spiriti, i segni premonitori, l'immaginazione mitopoietica).
Tratto da: http://wikipedia.org

Questa teoria in sintesi dice che cose o eventi simili tendono sempre a convergere nello stesso spazio e nello stesso tempo.

Sar? capitato a tutto un'infinit? di volte di pensare a una persona e di incontrarla poco dopo e magari la stessa sera di assistere alla visione di un film il cui protagonista si chiama come la persona prima incontrata.
In realt? di casuale non c'? proprio nulla: era stato il principio di sincronicit?, che lega uno all'altro fatti apparentemente indipendenti, a farli convergere proprio in quel luogo e in quel preciso momento.
Lo stesso principio che nei Tarocchi fa scegliere al consultante proprio quella lama e non un'altra guarda caso proprio aderente alla propria situazione ed evoca alla mente dell'individuo guarda caso proprio quell'idea e non un'altra, in risposta al quisito affidato alle carte.

Non pu? essere casualit?, non pu? essere suggestione e tanto meno un truccheto di qualche finto mago.

Comunque capisco chi si affida all'universo aristotelico, io da pagana non potrei.

Berk

LightShadow
Civites Aurum
Civites Aurum
Messaggi: 360
Iscritto il: 15/01/2007, 20:13

Messaggioda LightShadow » 20/02/2007, 20:17

Non pu? essere casualit?, non pu? essere suggestione e tanto meno un truccheto di qualche finto mago.

Comunque capisco chi si affida all'universo aristotelico, io da pagana non potrei.


Concordo pienamente con Berk...
Di certo nulla accade per caso (almeno nelle mie ideologie) e ci? l'ho sempre pensato anche prima di conoscere l'Arte... In particolare ho avuto modo di constatare di persona quanto la posizione dei pianeti influisca sulle persone e sul loro carattere...

Per il punto numero due a me viene da pensare: ma alla fine noi siamo nel sistema solare! Certo che l'universo ? pieno di altri miliardi di pianeti, ma l'influenza più forte ? data da quelli a noi più vicini... Quindi per me non ha molto senso...

Light

Berkana
Magus Herbae
Magus Herbae
Messaggi: 862
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Berkana » 20/02/2007, 23:59

Inoltre...
ma quanto ne sanno loro dei pianeti?!
Si dubita che siano andati sulla Luna, su Marte...beh ne passeranno di anni...e poi del Sole, che ne sanno, per dire che ? solo una stella?
Non che voglia sconvolgere le teorie e le leggi della scienza, io non ne so nulla, ma chi afferma certe cose...quanto ne sa veramente?

LightShadow
Civites Aurum
Civites Aurum
Messaggi: 360
Iscritto il: 15/01/2007, 20:13

Messaggioda LightShadow » 21/02/2007, 0:17

Non che voglia sconvolgere le teorie e le leggi della scienza, io non ne so nulla, ma chi afferma certe cose...quanto ne sa veramente?


Pienamente daccordo! Soprattutto cosa ne pu? davvero sapere veramente l'uomo su " cose" cosi grandi e misteriose ed incomprensibili?
Beh certo ognuno ha le sue idee e il suo modo di vedere le cose, per? porle come verit? assolute snobbando le altre lo trovo sbagliato...

Light

Ghaladh
Civites Excelsus
Civites Excelsus
Messaggi: 283
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Ghaladh » 01/04/2007, 3:22

...e anche se gli astronomi avessero ragione (e molto probabilmente ce l'hanno), nulla vieta al sole o a qualsiasi astro di possedere un'anima... ? un corpo differente dal nostro, e potrebbe avere un'anima differente dalla nostra, che noi conosciamo con nomi differenti. La Vita non ? necesariamente limitata a come la conosciamo.

Ghaladh
Civites Excelsus
Civites Excelsus
Messaggi: 283
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Ghaladh » 01/04/2007, 3:26

P.S.: L'astrologia moderna non prende in considerazione il fenomeno di precessione degli equinozi e questo ha portato alla completa rottura con l'astronomia (e al fatto che siamo convinti che le stagioni siano impazzite, mentre si sono semplicemente spostate). Chiedete a Zio Google, lui lo sa... :D

Avatar utente
Chamo
CERIMONIERE
CERIMONIERE
Messaggi: 726
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Chamo » 02/04/2007, 8:55

Concordo con Berkana, ed aggiungo che non vi sono ancora dati cos? certi sulla struttura di questo o quel pianeta, basti pensare ai frammenti di cometa o di asteroidi che sono caduti sul nostro pianeta, ed all'analisi hanno dato prova di contenere metalli o componenenti sconosciute.
Credo si dovrà investigare ancora molto prima di poter azzardare risposte concrete o che rispecchino una parte di quelle verit? che ora si presume
" siano" tali. Spero che la " scienza" si stacchi da quell'atteggiamento che non da adito alla possibilit? che vi possa essere qualche cosa che non risponde alle leggi che sono conosciute: se solo pensiamo ad un secolo fa, chi avrebbe mai potuto pensare di vincere la forza di gravit? e volare?...oppure superare la barriera del suono?...eppure si sono superati questi limiti e vincoli....quindi non vedo perchè non potrebbero essere superati quei limiti chi oggi paiono quasi fantascientifici. Non era forse un'idea fantascientifica quella di poter volare??
Sar? un paragone semplice e goffo, ma ? la dimostrazione di quanto sia tutto opinabile e non assoluto.
chamo
Chamo
...no juegues con la oscuridad si quieres salir victorioso.....

zodd
Civites
Civites
Messaggi: 59
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda zodd » 02/04/2007, 10:38

...e anche se gli astronomi avessero ragione (e molto probabilmente ce l'hanno), nulla vieta al sole o a qualsiasi astro di possedere un'anima...

Tenendo da parte i mille significati della parola anima secondo me il fulcro sta tutto qui...nell'articolo c'? solo una visione materialistica della cosa, come adesempio il fatto che nulla possa viaggiare a velocit? maggiore della luce. E' assurdo cercare di spiegare le forze occulte supponendo che ci? che ci circonda sia solo materia!!


Torna a “Platea Urbis”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite