empatia, io sento ciò che tu senti

Discussioni generalo ed off topic

Moderatore: CONGREGA

elfobianco)O(
Magus Herbae
Magus Herbae
Messaggi: 731
Iscritto il: 15/01/2007, 18:57

empatia, io sento ci? che tu senti

Messaggioda elfobianco)O( » 13/02/2007, 16:34

Ovvero la capacit? di percepire le emozioni e le sensazioni degli altri...dalle più belle alle più brutte...Qualcuno di voi ? empatico? io avverto le sensazioni degli altri... per me ora ? normale sentirmi nervoso se mio padre lo ?.... ? normale se una mia amica ? felice io lo sono con lei, ma a volte farei a meno di sentire tutto cio e questo mi capita quando sento la sofferenza attraversarmi dentro e passare lasciare quel senso di vuoto e di freddo che non riesco a togliermi di dosso.... odio quella sensazione ma so che anche quella ? importante per crescere nel cammino della vita....

non so come giudicarmi, pazzo, sensibile, attento alle esigenze altrui... fatto sta che appena avverto una sensazione io mi ritrovo nello stesso stato d'animo della persona che sta provando quella sensazione.... ora ho imparato un po a correggere questa mia "abilit?" ma a volte mi sfugge di mano....
voi che dite sono pazzo? o c'? qualcun'altro che ha questo tipo di "abilit?"?

Elfo)O(

Espulso005
Civites Fidelis
Civites Fidelis
Messaggi: 142
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Espulso005 » 13/02/2007, 16:35

Ti dir? amico, la strega dei tuoi dubbi ? quiiii! :D
Non vedevo l'ora di leggere un topic simile, e soprattutto di farci chiarezza, a partire dalla definizione per finire all'apprendimento di tale capacit?.

Tanto per cominciare dir? che Aaron Spelling (pace all'anima sua) ? ben lungi dal sapere cos'?, e adesso la definizione corretta di empatia, scienza largamente commercializzata la do io:

Per empatia si intende la capacit? di utilizzare il proprio apparato psichico in funzione dell'altro da s?.

E adesso. dopo le critiche, i dubbi, la TV ecc. parliamone per benino!

Attendo solo voi signori, esperienze in merito e opinioni.
E naturalmente elfo, grazie mille, prendo questo topic come un regalo personale :D

Avatar utente
Chamo
CERIMONIERE
CERIMONIERE
Messaggi: 726
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Chamo » 13/02/2007, 16:36

Davvero interessante.......vorrei aggiungere che riguardo all'empatia ed alla capacit? di essere empatici, si deve fare attenzione a quello che a volte si definisce " nostro inconscio desiderio"che in situazioni in cui il coinvolgimento nostro con la persona e la situazione in cui si trova, ci fanno maleinterpretare la percezione empatica.
La difficolt? di percezione empatica, ? direttamente proporzionale al distacco consapevole dell'emotivit? dallo stesso tentativo di empatizzare.
Una qualit? che ? insita nell'essere umano, ma che come tutte le facolt? ad esso correlate, in alcuni soggetti ? sviluppata ed in altri no.
non so come giudicarmi, pazzo, sensibile, attento alle esigenze altrui... fatto sta che appena avverto una sensazione io mi ritrovo nello stesso stato d'animo della persona che sta provando quella sensazione.... ora ho imparato un po a correggere questa mia "abilit?" ma a volte mi sfugge di mano....
voi che dite sono pazzo? o c'? qualcun'altro che ha questo tipo di "abilit?"?

..io non parlerei di pazzia o chissa cosa altro, direi sempllicemente che si tratta solo di essere
" empatici", quindi anche la risposta a questi dubbi ? da ricercarsi nel significato stesso della parola empatia.
Tornando al coinvoglimento emozionale di un soggetto empatico, sarebbe bene mantenere sufficiente lucidit? per potere metabolizzare queste sensazioni in modo da non restarne direttamente disturbati, e cos? facendo, provarne disagio o malessere.
Rifernedomi ad Elfo, non parlerei di correggere questa abilit?, ma direi piuttosto di imparare a convivere con essa e gestirla al meglio. Sacrificio ed allenamento,sono certo daranno prima o poi i risultati sperati.
Come tutte le qualit? che vedono coinvolte reazioni psichiche e sensoriali, si dovrebbe cercare di "ascoltarsi"...e da quello che sentiamo, andare per tentativi alla ricerca di equilibrio: che solo in noi stessi ? da ricercare.
Come sempre ? un mio punto di vista, che in questo caso specifico nasce dall'esprienza personale e ripetuta.


chamo
Chamo
...no juegues con la oscuridad si quieres salir victorioso.....

Espulso005
Civites Fidelis
Civites Fidelis
Messaggi: 142
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Espulso005 » 13/02/2007, 16:37

Nessuno si sente empatico oltre elfo?
Chamo.......:D



Spiegati meglio Prox....!?!?!?!

chamo

elfobianco)O(
Magus Herbae
Magus Herbae
Messaggi: 731
Iscritto il: 15/01/2007, 18:57

Messaggioda elfobianco)O( » 13/02/2007, 16:39

Ad esempio quando una persona vicina a noi inizia a piangere e noi ci sentiamo profondamente afflitti e magari interpretiamo il sentimento come dispiacere provato per quella persona

scusa elhe ma io questo la chiamo immedesimazione di sentimenti... io per empatia intendo la possibilit? di percepire lo stato d'animo di chi ti sta vicino senza che ti dia un segno ben preciso quale il pianto, un abbraccio ecc....

per quanto riguarda la seconda parte del tuo discorso la quoto in pieno...
Elfo)O(

Hermete
ARTEFICES elemento ARIA
ARTEFICES elemento ARIA
Messaggi: 1006
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Hermete » 13/02/2007, 16:39

Infatti ho detto che secondo me quella ? una forma "primitiva" di empatia anche se molti la considerano diversamente, come tu ritieni!

beltane
Neo Civites
Neo Civites
Messaggi: 10
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda beltane » 13/02/2007, 16:40

anche io credo di essere empatica, spesso riesco a percepire le sensazioni di chi ho vicino, soprattutto il nervosismo. purtroppo non riesco ancora a controllare e a convivere con questa mia capacit? e spesso finisco per innervosirmi anche io. Chamo, parli di sacrificio e allenamento, ma in che modo si pu? riuscire a mantere una certa estraneit? a sensazioni che si impadroniscono di noi?

Espulso005
Civites Fidelis
Civites Fidelis
Messaggi: 142
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Espulso005 » 13/02/2007, 16:41

Avete ragione tutti, ma mi ? piaciuto solo il discorso di chamo, per come ? strutturato.

Di fatto l'empatia ? la capacit? di immedesimarsi nelle sensazioni e nei sentimenti dell'altro, ma ? una capacit?, non un dono del cielo e come tale si pu? apprendere, sviluppare, ma soprattutto migliorare.

Badate bene che le persone che non hanno questa facolt? sono gravemente disturbate e hanno delle gravissime carenze affettive che risalgono all'et? neonatale o poco di più, ma sono moooooolto rare.
E allo stesso modo ci sono persone che possono essere magari un p? più portate e possono lavorare molto su questa predisposizione.

Faccio un esempio di ci? che pu? essere empatia in una persona qualunque: una persona che mi fa antipatia, ma che si comporta in modo del tutto cordiale e gentile o dimostra netta simpatia per me mi sta comunicando che ha un problema di affinit? con me.
Dall'esterno non compare niente ma il mio apparato psichico mi informa in modo particolare del fatto.
Allo stesso modo una persona che ha problemi ad esprimere i propri sentimenti mi rimanda a sensazioni di noia e appiattimento e cos? via.
Ci tengo in modo particolare che non si tratta di mie opinioni (quelle le conservo per dopo), ma di teorie oggettive elaborate in un secolo e passa.
Al momento mi fermo qui ma al mio ritorno riprendo l'argomento e andiamo oltre.

Un abbraccio a tutto il forum!
Prox

Lexia_Blade
Civites Fidelis
Civites Fidelis
Messaggi: 188
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Lexia_Blade » 13/02/2007, 16:42

Prevedere la morte di un gatto (meglio finora ho previsto quella di tre ) vale come testimonianza di empatia?

lexia la domanda non mi sembra inerente al topic, quello di cui stai parlando tu sono premonizioni o presentimenti e con l'empatia non centra molto, quindi potresti cancellarlo ^^ grazie

Elfo)O(

Lexia_Blade
Civites Fidelis
Civites Fidelis
Messaggi: 188
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Lexia_Blade » 13/02/2007, 16:43

Non mi sono spiegata bene. Ho saputo che quei gatti sarebbero morti perchè guardandoli negli occhi ho sentito che la loro anima si sarebbe spezzata in modo brusco. Mi hanno detto che questo genere di fenomeni non ha nulla a che vedere con le visioni, perchè nn spaevo come sarebbero morti, sapevo solo che sarebbe accaduto da l? a pochi minuti...


Torna a “Platea Urbis”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti