Libertà di culto

Discussioni generalo ed off topic

Moderatore: CONGREGA

elfobianco)O(
Magus Herbae
Magus Herbae
Messaggi: 731
Iscritto il: 15/01/2007, 18:57

Libert? di culto

Messaggioda elfobianco)O( » 13/02/2007, 18:55

La costituzione italiana recita e mette in evidenza i diritti del cittadino italiano e uno di questi ? proprio la libert? di culto...

ma all'art. 7 della costituzione recita:

" Lo Stato e la Chiesa cattolica sono, ciascuno nel proprio ordine, indipendenti e sovrani. I loro rapporti sono regolati dai Patti Lateranensi"
e se ci fosse solo questo articolo capirete che si sta parlando di religione di stato...
per evitare questo la costituzione all'art.8 recita:

"tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge. Le confessioni religiose diverse dalla cattolica hanno diritto di organizzarsi secondo i propri statuti, in quanto non contrastino con l'ordinamento giuridico italiano. I loro rapporti con lo Stato sono regolati per legge sulla base di intese con le relative rappresentanze."

e fin qui siamo tutti daccordo ma il quesito che vi voglio porre e sulla libert? di culto dei minorenni. Si sa che in italia ci sono oramai migliaia di minorenni che si allontanano dalla religione dei genitori....

come vengono tutelati?
possono professare una loro religione senza il consenso dei genitori?
se i genitori non sono daccordo con le scelte del minore possono impedire al prorpio figlio di professare l'altra religione?

a voi la parola....

Elfo)O(

Hermete
ARTEFICES elemento ARIA
ARTEFICES elemento ARIA
Messaggi: 1006
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Hermete » 13/02/2007, 18:57

La cosa che più che altro mi preoccupa ?:

I loro rapporti con lo Stato sono regolati per legge sulla base di intese con le relative rappresentanze."


... e chi una rappresentanza non ce l'ha?

Comunque i genitori possono pur obbligare i figli minori di seguire la loro religione, una volta arrivata la maggiore et? potranno prendere le loro decisioni.

La legge nei confronti dei minori si preoccupa più che altro della loro corretta crescita, educazione quindi e dispensa i genitori come coloro che devono salvaguardare questa condotta... quindi permette loro di decidere anche la spiritualit? da seguire fino a che, raggiunta la maggiore et?, presunta fase di maturazione (almeno per la legge lo ?!) non decidano di seguire vie differenti.


Hermete

Berkana
Magus Herbae
Magus Herbae
Messaggi: 862
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Berkana » 13/02/2007, 22:41

I loro rapporti con lo Stato sono regolati per legge sulla base di intese con le relative rappresentanze."

Chi non ce l'ha, come i mussulmani in Italia, infatti trovano più difficolt? non sono ad integrarsi, ma anche all'essere "rispettati".
Non a caso si fa polemica sulle scuole islamiche...
personalmente trovo ingiusto privarli di tale alternativa, visto che ci sono scuole ebraiche, tranquillamente supportate dallo stato italiano.

Questo articolo(art.8), come la Costituzione tutta, ? un grande diritto che dovrebbe essere connaturato al nostro senso civico ed umano, purtroppo come la maggior parte degli articoli costutizionali italiani, vengono rispettati in parte perchè c'? un male in italia e si chiama burocrazia, che a volte (spesso) si appella figlia della corruzione.

Mi verrebbe di tirar gi? un gran monologo sulla Costituzione e i grandi valori contenuti in essa, inneggiando al suo status di Bibbia per l'italiano perfetto, ma non mi prolungher? non vi preoccupate...eheh...

Riguardo ai minorenni, ? inutile che ripeto le parole di Hermete.

Quindi concludo, dovremmo imparare molto dall'art. 8.
Per quanto riguarda l'art. 7, beh si tratta di un compromesso storico e quindi politico, forse proprio quello che ci ha fregato (scusate il francesismo).

Berk

Elara
Civites Fidelis
Civites Fidelis
Messaggi: 138
Iscritto il: 25/01/2007, 23:44

Messaggioda Elara » 13/02/2007, 22:42

in realt? i minori hanno libert? di culto in quanto contrariamente si violerebbero i diritti umani..Possono magari professare, ma non praticare se la pratica comporta un rischio di lesione; se non viene causata con la pratica anceh il minore ha il diritto di libert? di culto!!

ghghgh..bei ricordi della Giurisprudenza

Avatar utente
Chamo
CERIMONIERE
CERIMONIERE
Messaggi: 726
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Chamo » 13/02/2007, 22:44

Credo che il discorso relativo alle scuole islamiche ed alla loro istituzione, vada ben oltre al solo fatto di offrire la possibilit? di istruire i propri figli seguendo i dettami religiosi del proprio paese natale.
Purtroppo la politica ha una grande influenza anche su questo, e specialmente il discorso legato alla scuola per islamici, va ad includere nel novero delle sue moltissime contrariet? e negazioni, la sicurezza del paese.



chamo
Chamo
...no juegues con la oscuridad si quieres salir victorioso.....

Felce
ARTEFICES elemento FUOCO
ARTEFICES elemento FUOCO
Messaggi: 607
Iscritto il: 19/01/2007, 20:58

Messaggioda Felce » 13/02/2007, 22:45

Libert? di culto per i minorenni?!non c'??
Se mi guardo indietro,visto che ancora me lo ricordo...non mi sembra che qualcuno abbia mai obbiettato contro le scelte religiose di alcune mie coetanee,dai genitori sono state guardate con un sorriso canzonatorio:"E' l'et?...poi gli passa"...per quanto un genitore ti possa costringere a seguire la sua dottrina,tu non sei obbligato..puoi rifiutarti,lo fanno in tanti!
L'ora di religione a scuola ? facoltativa,quindi volendo puoi fare altro..in genere i genitori te la fanno fare più che altro per non farti uscire prima...per meglio sapere dove sei -.-'.
E devo dire che nelle nostre scuole,questo insegnamento lascia molto a desiderare,assomiglia più all'ora di ricreazione,con conseguente distruzione della prof.
Sulle scuole islamiche....io non sono molto daccordo...la storia ebraica ? sempre stata parallela alla nostra,da sempre relegati in una parte della citt?,ma in definitiva molto più aperti e quieti rispetto ad altri.
Fosse per me...tutti a scuola insieme perchè se no non c'? integrazione;l'arabo,il giapponese,l'ebraico...lo fai nel doposcuola...siamo in Italia e chi viene deve anche fare uno sforzo ad integrarsi...se dovessi andare a casa loro lo dovrei fare...brutta storia..

Avatar utente
Chamo
CERIMONIERE
CERIMONIERE
Messaggi: 726
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Chamo » 13/02/2007, 22:47

Quoto le tue parole Felce, ed anche io mi trovo daccordo nel dire che un paese che ti ospita e ti permette di avere una vita che il tuo paese natale non ti ha concesso, non pu? venire meno alla propria cultura, quantomeno sarebbe auspicabile che chi si deve adattare tra i due, sia l'ospite e non il paese ospitante.
Stesso discorso per la scuola: siamo tutti martellati dalla globalizzazione e allora si studi tutti insieme, cinesi e italiani e slavi e quant'altro. La cosa meravigliosa sta proprio nei giovanissimi di razze diverse, che nell'integrazione trovano subito un loro equilibrio e dimensione: purtroppo questa dimensione viene sporcata e disturbata dalle convinzioni dei genitori che non accettano la possibilit? che il loro figlio che vive in un paese nel quale si riconoscer?, abbandoni gli usi del paese natale. Non parlo di perdere la propria cultura, questo no, ma allo stesso tempo, chi nasce in Italia pur essendo Indiano, ? italiano e crescer? come tale.
Le religioni giocano sempre brutti scherzi, e la loro egemonia e continua ricerca di supremazia fanno si che venga a crearsi un clima di intolleranza, anche laddove non ci sarebbe stata: quale terreno più fertile di quello della religione ai minorenni? Non avendo voce in capitolo, devono accettare supinamente, e spesso dando adito ad episodi davvero tristi di intolleranza e difficile integrazione.
Purtroppo ? sgradevole da citare ad esempio, ma perchè devo imporre alla mia cultura un dogma dettato da chi vive come ospite nel mio paese, e non mi consentirebbe mai di essere me stesso se abitassi nel suo?
Equit?! Niente altro che equit?!!


chamo
Chamo
...no juegues con la oscuridad si quieres salir victorioso.....

Ghaladh
Civites Excelsus
Civites Excelsus
Messaggi: 283
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Ghaladh » 13/02/2007, 22:48

Provate ad ascoltare le parole di un bambino con la stessa seriet? e considerazione che dareste ad un adulto che stimate e scoprirete una profondit? d'animo insospettabile, nonostante l'elementare conoscenza delle cose del mondo... un saggio disse: "trattate gli altri come vorreste che fossero, ed essi lo diventeranno".
Finch? gli adulti non prenderanno sul serio i più giovani, non ci sarà mai libert? per loro, in nulla. Non ? un problema legislativo, ma sociale, etico...

Elara
Civites Fidelis
Civites Fidelis
Messaggi: 138
Iscritto il: 25/01/2007, 23:44

Messaggioda Elara » 13/02/2007, 22:49

concordo con ghaladh..cmq c'? una sentenza circa la libert? di culto per i minorenni..la ricordo tuttora!!

elfobianco)O(
Magus Herbae
Magus Herbae
Messaggi: 731
Iscritto il: 15/01/2007, 18:57

Messaggioda elfobianco)O( » 13/02/2007, 22:50

elara sarebbe troppo chiederti la sentenza??


Torna a “Platea Urbis”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite