Credete alle coincidenze?

Discussioni generalo ed off topic

Moderatore: CONGREGA

Hermete
ARTEFICES elemento ARIA
ARTEFICES elemento ARIA
Messaggi: 1006
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Hermete » 30/03/2007, 0:00

ma come possono essere cos? mirate? Come pu? un'azione diretta a qualcun altro non interferire anche con noi?


A mio parere, la nostra sensibilit? pu? "guidarci" verso quelle azioni che accadono con l'intento di essere recepite da noi... ? logico che non possiamo pensare che ogni minima cosa che accade sia rivolta a noi... cadremo in una sorta di delirio (egocentrismo sacro).

Non rientra nella mia concezione nemmeno l'ipotesi di Dark... affascinante, ma mi sembra troppo semplicistica... ? vero che le cose semplici sono spesso le migliori, ma credo che un argomento come questo, non abbia bisogno di una vera e propria ricerca di una spiegazione perchè non vi ?. Ognuno pu? cogliere nelle varie situazioni ci? che vuole, e non saranno MAI sbagliate.
C'? chi considera la casualit?, e non fa del male a nessuno... C'? chi consider? la possibilit? che niente sia fortuito e ricever? messaggi, rivelazioni.... insomma, diciamo che ha una piccola marcia in più perchè avr? modo di far lavorare il suo cervello verso considerazioni talvolta cos? profonde che apporteranno di per certo un acculturamento maggiore.

Io sono il tipo che se rimango in coda con la macchina per un'ora, cerco di non prendermela e mi dico "Magari se non avessi trovato traffico avrei avuto qualche incidente!".... credo che il non credere alle coincidenze sia quindi un ottimo metodo per non cadere vittima dello stress quotidiano, vedere la vita sotto un'ottica diversa... con maggior pace interiore. Non dando cos? modo di prendercela con quei concetti astratti che chiamiamo "Fortuna" e "Sfortuna".

Berkana, per quanto mi riguarda il tuo concetto ? da pagana moderna!! :)


Hermete

Avatar utente
DarknessItalia
MAGISTER
MAGISTER
Messaggi: 392
Iscritto il: 15/01/2007, 18:51
Località: Calabria - Crotone
Contatta:

Messaggioda DarknessItalia » 30/03/2007, 9:04

Allora... evidentemene mi sono spiegato male... speravo di farmi capire usando l'esempio e la metafora, ma evidentemente cos? non ? stato..
Dicevo... gli antichi greci e latini avevano.. la Dea del caso: coincidenza o casualit?... e la Dea della Necessit?: Destino o pezzetto di mosaico della nostra vita...
Allora ritornando all'esempio di prima...
Se inciampo, cado e qualcuno mi soccorre, potrebbe trattarsi di caso o coincidenza alquanto infelice...
Ma se inciampando, conosco una persona che poi si identificher? come molto importante nella mia vita.. come identifico quel momento? coincidenza o caso? o... destino e quindi un pezzetto del mosaico che ognuno di noi compie tutti i giorni per poter tessere la propria tela del destino... o della propria vita...
Il punto del mio esempio era tutt'altro che ora cercher? di rendere più semplice e meno fraintendibile...
Se inciampo, cado e conosco sta famosa ormai personcina, chi potrebbe mai dire... ? caso e concidenza! oppure dire... ? destino e quindi necessit?! credo nessuno di noi, potrebbe mai affermarlo con assoluta sicurezza, a meno che non voglia farsi ridere alle spalle ed essere bollato come l'idiota di turno... in questo campo non avremo mai una certezza ferrea... ma al massimo ipotesi illazioni... e quantaltro... ed ora perdonatemi ma citando Luciano De Crescenzo... nel suo libro Il Dubbio (cosa unica che potrebbe restare oltre alle proprie illazione e teorie circa un fatto all'apparenza casuale e fortuito)
Affermazione: "Solo gli imbecilli non hanno dubbi!"
Domanda: "Ne sei proprio sicuro?"
Risposta: "Certo! non ho alcun Dubbio!"

Darkness Italia

Drusilla
Neo Civites
Neo Civites
Messaggi: 17
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Drusilla » 30/03/2007, 18:44

Credo nelle coincidenze..secondo me la vita ? una continua coincidenza..se penso al passato penso a come sarebbe stata la mia vita se avessi fatto una scelta invece che un altra..se avessi scelto una strada diversa dal bivio della mia vita..ma grazie ad una serie di coincidenze ho scelto la strada giusta..adoro le coincidenze.. :D

Berkana
Magus Herbae
Magus Herbae
Messaggi: 862
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Berkana » 31/03/2007, 15:13

ma grazie ad una serie di coincidenze ho scelto la strada giusta

E se non fossero coincidenze?
Te lo sei mai domandato Drusilla?
Non parlo di predestinazione intendiamoci, ma di grandi e piccole connessioni al grande Cosmo.

Berk

zodd
Civites
Civites
Messaggi: 59
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda zodd » 31/03/2007, 16:22

... ? logico che non possiamo pensare che ogni minima cosa che accade sia rivolta a noi... cadremo in una sorta di delirio (egocentrismo sacro).

Hermete ma allora stai avvalorando la tesi che le coincidenze esistono?

Ho trovato illuminante il primo post di Dark...io la penso proprio cos? (sono nato nel millennio sbagliato??)

Le coincidenze non esistono perchè esiste una fitta trama che connette il tutto e noi uomini, animali non finiti, ne facciamo parte, come le piante, gli animali, ecc., ecc.
Noi chiamiamo coincidenze ci? che sembra stranamente connettersi e che ovviamente non sappiamo spiegare.

Francamente non riesco a concepire una visione di questo genere senza trovarmi a dover ammettere l'esistenza di un destino o comunque qualcosa che ne sia molto affine...tu Berkana credi in una sorta di destino?

Berkana
Magus Herbae
Magus Herbae
Messaggi: 862
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Berkana » 31/03/2007, 16:35

No zodd non credo al destino.
La trama che connette non pu? essere il destino, pensala come l'Oroboro.
E' sicuramente difficile da spiegare quello che intendo, ma in sostanza intendo un qualcosa in cui non siamo noi al centro del mondo, noi siamo parte del mondo il quale ? uno dei nodi della rete della trama infinitamente connessa al cosmo.
Quindi noi siamo piccoli nodi connessi fra di loro (per loro intendo qualsiasi forma vivente nel mondo).
Non esistono coincidenze perchè tutto ? governato dalla legge causa-effetto anche se alcune delle cause sono a noi ignote perchè non ci ? dato sapere o perchè non siamo ancora pronti o per altro...io questo non lo so.

Per quanto riguarda quello che intende Hermete io non credo lui stia avvalorando la tesi sulle coincidenze, tutta'altro...
io credo intenda proprio il contrario, proprio per non cadere nell'egocentrismo sacro non posso pensare che quello che mi ? accaduto sia sempre un segno divino a me indirizzato, ma non posso nemmeno pensare che ? sia stato un caso fortuito, ritorniamo al discorso "non posso sapere la causa, ma di certo non ? coincidenza o casualit?".

Berk

Lexiablade
Civites Exsilium
Civites Exsilium
Messaggi: 37
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Lexiablade » 31/03/2007, 18:13

Io credo, Berk, che non sempre la regola di causa=effetto sia valida, ci sono casi in cui bisogna riconoscere che in qualche modo siamo noi (e non le divinit?) con il nostro inconscio a provocare eventi, a stimolare l'accadere di determinate situazioni, ho parlato di "acausalit?" proprio perchè questi avvenimenti sfuggono a una regola cronologica, nel senso che accadono ancora prima che siamo noi a desiderarle consiamente e ad'agire perchè possano accadere, mentre nel nostro inconscio sono gi? presenti e l'inconscio ha mezzi molto piu diretti per entrare in contatto con le forze universali essendo spoglio quella serie di regole e di precetti che fino dall'infanzia ci sono stati trasmessi. Per questo quando ci? accade non possiamo che rassegnarci al fatto che quella che immaginavamo dovesse essere la nostra vita prenda una piega del tutto diversa,e che alla fine, sia quella che il nostro inconsio riconosce come sua e ci porti a un nuovo e migliore modo di vivere e relazionarci con l'sterno.
Con affetto
Sid

Hermete
ARTEFICES elemento ARIA
ARTEFICES elemento ARIA
Messaggi: 1006
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Hermete » 31/03/2007, 22:00

No, non inendo dire che le coincidenze esistano. Dato che siamo 6 miliardi di persone, in ogni momento vi sarà un segno rivolto ad una di queste persone (oppure una causa scatenata da una di esse!).

Sarei egocentrico se pensassi che ogni minima cosa avesse un significato diretto a me, ma questo non toglie che potrei benissimo interpretare ogni cosa, ma ne saremmo davvero cos? capaci?
Non credete che se un qualcosa ? rivolto a noi per essere svelato sentiamo una forte sensazione per cui impieghiamo delle energie per scoprire l'arcano?

Per il resto non posso che quotare Berkana... noi siamo tutti connessi uno all'altro, siamo come le cellule di un unico corpo (il Cosmo).

ci sono casi in cui bisogna riconoscere che in qualche modo siamo noi (e non le divinit?)


Credo che non ci sia molta differenza in quanto noi facciamo parte delle divinit?, siamo parte di esse... abbiamo del divino in noi.


Hermete

zodd
Civites
Civites
Messaggi: 59
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda zodd » 01/04/2007, 0:00

No, non mi sono spiegato affatto...la mia domanda non era seria, era più un tono provocatorio per dire che per come la vedo io in questo modo in parte hermete mi dava ragione(seppur senza volerlo)... Il rapporto causa-effetto non lo metto in discussione.... la causa pu? essere qualunque, possiamo essere noi, pu? essere una 'divinit?' o anche un oggetto, ma ? proprio questo che implica la casualit?! Se io mi trovo nella 'sfera di esercizio' di una causa ne sarà in qualche modo influenzato. Per esempio: le nostre azioni tante volte vanno influire su persone che non avevamo minimamente preso in considerazione...questo per me ? una coincidenza, infatti se dicessi che questo tizio che ? stato influenzato si ? trovato in quella posizione apposta equivale a dire che sono stato strumentalizzato...e quindi era previsto che lo facessi...e quindi ecco il destino...no? Ovviamente l'esempio ? banale, si pu? estendere a qualsiasi causa...spero di essere stato un p? più chiaro...anche se francamente non credo! :?

"non posso sapere la causa, ma di certo non ? coincidenza o casualit?"

Ma allora che cosa ? la casualit? se non questo? Non ? forse solo un'imprevisto?

Berkana
Magus Herbae
Magus Herbae
Messaggi: 862
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Berkana » 01/04/2007, 0:26

Io non ho le risposte a tutto zodd, posso solo dirti quello che penso io ^_^
Quindi per come la vedo, le coincidenze non esistono, sono state inventate per dare una risposta facile a quello che non siamo in grado di spiegare.

Anche da lontano ogni aspetto della vita ? collegato...io lo visualizzo come la goccia d'acqua che crea i cerchi che si espandono o come l'impulso energetico che tocca ogni nucleo.

Berk


Torna a “Platea Urbis”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite