Credete alle coincidenze?

Discussioni generalo ed off topic

Moderatore: CONGREGA

Berkana
Magus Herbae
Magus Herbae
Messaggi: 862
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Berkana » 02/04/2007, 21:59

Non capisco la differenza che Berkana vede fra la propria affermazione e quella di Dark o Sid.

Probabilmente non ve ne ? dal punto di vista connotativo ma denotativo, come fra me e te Ghal!

Felce
ARTEFICES elemento FUOCO
ARTEFICES elemento FUOCO
Messaggi: 607
Iscritto il: 19/01/2007, 20:58

Messaggioda Felce » 03/04/2007, 21:00

Io credo a Tutto!!Sono una credulona sincronica^^...tutto pu? essere niente deve essere dato per scontato e tutto deve essere messo in dubbio.
Mi piace l'idea di Berk che ci vede come nodi correlati ma se ci pensiamo anche nella correlazione c'? quel pizzico di variet? che pu? essere vista come coincidenza/necessit?....e visto che stiamo in tema vi racconto una mia esperienza...
Qualche anno fa,ho avuto una grossa lite con i parenti di mio padre,ho preso il treno e me ne sono andata mentre lasciavo la Calabria mi sentivo veramente male,mi sembrava che il mondo mi cascasse addosso..ora rido ma avevo 17 anni e tutto mi sembrava più grande,non che adesso mi senta vecchia U.U'....comunque mentre pensavo a casa mia a come avrei affrontato mio padre.
Se non ricordo male a Sapri sale una donna che si siede di fronte a me.
Immersa nei miei pensieri la scruto senza darle troppa importanza ma in quel momento ho avuto l'impressione che stesse scappando.
Dopo un p? non ricordo come mi rivolge parola e iniziamo a chiacchierare...? stata la manna dal cielo nel sentire i suoi problemi,mi sono resa conto che i miei al confronto erano una passeggiata e che nella sfortuna ero stata mooolto fortunata.
Non sono persona fragile ma in quel momento quella donna mia ha fatto riflettere tanto e se qualcuno crede negli angeli b? io ingenuamente l'ho paragonata a loro.
Arrivata a roma sono scesa dal treno l'ho salutata e non l'ho più incontrata,chiss? dov'? ora,se sta bene e se ? veramente felice e nel guardare i bei palazzi romani me ne tornavo a casa e pensavo che ero una ragazza fortunata.
...Destino...coincidenza...necessit?....non s?.
Sicuramente ? stata messa l? sulla mia strada visto che io dovevo partire la mattina invece per forza di cose sono partita alle tre del pomeriggio;si ? seduta di fronte a me e lei mi ha rivolto parola...e con il mio stato d'animo non avevo molta voglia di parlare eppure l'ho fatto,ne avevo bisogno e nel sentire lei mi ha fatto riflettere e quindi ? stata necessaria per vedere il mio dramma nella giusta proporzione e magari sono servita anchio a lei.
Non ne faccio una questione di Fede nel destino,sicuramente un qualcosa di scritto c'? ma l'asfalto sulla strada lo mettiamo noi e a seconda delle cose che facciamo incontriamo determinate persone e le incontriamo sempre al momento giusto ne prima ne dopo...sempre per farci ragionare...sempre questo...per dare magari una scrollatina alla nostra vita e per renderla meno noiosa.
Forse siamo noi,forse no...non credo molto in Jung...come psicanalista non l'ho mai trovato interessante preferisco Freud,nella vita tutto ? sincronico non mi sembra una grande scoperta,da quando ti alzi a quando vai a letto..vabb?..preferenze.

Avatar utente
DarknessItalia
MAGISTER
MAGISTER
Messaggi: 392
Iscritto il: 15/01/2007, 18:51
Località: Calabria - Crotone
Contatta:

Messaggioda DarknessItalia » 04/04/2007, 8:27

Ed eccoci ritornare al mio punto di partenza... la storia di felce ? il classico esempio che cercavo...
come interpretarlo? caso fortuito e quindi coincidenza? oppure destino in parte pre impostato e quindi necessit??
i greci dicevano che alcuni atti erano fortuiti altri necessari per la vita di un uomo ed addirittura dell'umanit?... voi come vedreste la storia di felce?

Darkness

Ghaladh
Civites Excelsus
Civites Excelsus
Messaggi: 283
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Ghaladh » 04/04/2007, 10:16

Ma perchè parliamo di Destino quando si potrebbe semplicemente pensare a delle entità invisibili che collaborino con noi nel presente per aiutarci a formare il futuro?

Felce
ARTEFICES elemento FUOCO
ARTEFICES elemento FUOCO
Messaggi: 607
Iscritto il: 19/01/2007, 20:58

Messaggioda Felce » 04/04/2007, 11:04

nel momento in cui si parla di qualcosa di invisibile,vuoi spirito guida,vuoi angelo custode o anima quello che ti pare,si parla sempre di entità che hanno una capacit? di vedere passato presente e futuro molto diversa da noi,non hanno un limite e quindi vedendo al di l? comunque ti indirizzano su una strada più o meno definita quale ? quella del Destino.
La sostanza ? sempre quella.Ci sono persone che per una vita si fanno trasportare dagli eventi e nel momento in cui cercano di modellare la loro esistenza con più vigore non ci riescono non c'? forse la mano di qualcosa di invisibile?a molta importanza il nome?

Hermete
ARTEFICES elemento ARIA
ARTEFICES elemento ARIA
Messaggi: 1006
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Hermete » 04/04/2007, 22:40

voi come vedreste la storia di felce?


Ha ricevuto un "aiuto esterno" che gli ha permesso di interagire con questa donna, comprendendo meglio la sua situazione e placando il suo disagio interiore... cosa che probabilmente ? avvenuta anche all'altra donna.

Io non ci vedo alcuna coincidenza, ma piuttosto un intervento esterno mirato al benessere di entrambe, o almeno di Felce in quanto sappiamo cosa ha significato per lei questo incontro.


Hermete

Berkana
Magus Herbae
Magus Herbae
Messaggi: 862
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Berkana » 05/04/2007, 0:23

Concordo con Herme!

Berk

Avatar utente
Chamo
CERIMONIERE
CERIMONIERE
Messaggi: 726
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Chamo » 05/04/2007, 9:16

Penso che nelle parole di Hermete ci sia molto di vero.
Dal racconto di Felce non si evidenzia nessuna consapevolezza da parte sua, ma nonostante tutto ha preso il treno....e grazie a questo gesto che sembrava insensato, e stata parte di una serie di fatti che hanno determinato il suo ritorno a casa, ma con tutt'altri pensieri.
S?, quoto Hermes.
chamo
Chamo
...no juegues con la oscuridad si quieres salir victorioso.....

Ghaladh
Civites Excelsus
Civites Excelsus
Messaggi: 283
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Ghaladh » 05/04/2007, 11:34

Felce ha scritto:nel momento in cui si parla di qualcosa di invisibile,vuoi spirito guida,vuoi angelo custode o anima quello che ti pare,si parla sempre di entità che hanno una capacit? di vedere passato presente e futuro molto diversa da noi,non hanno un limite e quindi vedendo al di l? comunque ti indirizzano su una strada più o meno definita quale ? quella del Destino. [...]

Dai per sottinteso che quello che ? meglio per noi sia gi? scritto da qualche parte. Pensi davvero che gli obiettivi della nostra vita siano gi? fissati alla nascita?
Se davvero le entità sanno vedere nel futuro (anche se io credo piuttosto sia più plausibile che sappiano discernere le infinite possibilit? d'evoluzione del presente) saranno da considerarsi come consiglieri lungimiranti invece che come ferrovieri su questo binario castrante che voi chiamate "Destino".
Forse alcuni eventi sono preparati con largo anticipo, magari perchè la nostra anima ha la necessit? di esperire certe cose per potersi evolvere o per pagare un eventuale debito karmico, ma questo non dimostra l'esistenza del Destino poichè il Karma si forma attraverso il presente e trova radici nel passato: sarebbe assurdo pensare che il percorso karmico sia delineato dal momento della creazione dell'anima altrimenti sarebbe come ammettere che alcuni individui siano stati creati per essere inferiori eternamente oppure per poter affrontare difficolt? immani per chiss? quale assurdo scopo.
Se proprio volessi prendere in considerazione il Destino lo definirei come "il prodotto inequivocabile delle nostre azioni presenti, che si forma quando un'azione particolare pu? avere solo una conseguenza nel contesto in cui ? stata eseguita".
Se raffrontiamo il Destino relativamente alla nostra breve esistenza umana saremmo anche in grado di concepirlo, ma se lo rapportiamo alla vita assai più lunga dell'anima, viene da s? che una pianificazione cos? a lungo termine sarebbe ingiusta, mostruosa e avvilente. Sarei stato creato come anima con il preciso scopo di diventare quello che sto diventando? Inconcepibile.

Felce
ARTEFICES elemento FUOCO
ARTEFICES elemento FUOCO
Messaggi: 607
Iscritto il: 19/01/2007, 20:58

Messaggioda Felce » 05/04/2007, 11:55

Penso che alcuni eventi siano scritti,più che altro messi sul nostro cammino,come le nascite,le morti,incidenti..insomma i grandi eventi della vita.Sono la prima a dire che l'uomo ? artefice del suo destine perchè siamo liberi ma non da tutto alcuni appuntamenti non si possono spostare ne tanto meno disdire....e su questo non credo che avrai da obbiettare U.U..non ? una castroneria.
Per il resto,credo nelle cosiddette coincidenze che possono essere come dice Berkana un portato delle influenze reciproche oppure altre influenzate da entità,di quelunque tipo.

Se tu leggi il Libro degli Spiriti di Kardec o parli con un medium,sono vicini su un punto entrambi dicono che gli spiriti e parlo in questo caso di defunti anche,hanno una concezione totalmente diversa dalla nostra perchè anche la loro "fisicit?" ? diversa,vedono di più,capiscono di più,perchè le tre dimensioni temporali perdono di significato non esistono quasi.
Le persone hanno un percorso da fare più o meno semplice,su questo percorso ci sono delle tappe che non possiamo deviaree ne saltare,ci sono apposta e a seconda di come reagiamo costruiamo il nostro presente e il nostro futuro...se no anche la legge Karmica va a farsi benedire.
Tu nasci in una situazione per via della tua vita passata,in questa nuova esistenza rimedierai agli errori fatti e ti rinnoverai per raggiungere quello che tutte le anime tendono.
Anche gli stessi Tarocchi,sono infinite possibilit? ma alcuni eventi predetti tornano sempre...chiss? perch


Torna a “Platea Urbis”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite