Credete alle coincidenze?

Discussioni generalo ed off topic

Moderatore: CONGREGA

Avatar utente
Chamo
CERIMONIERE
CERIMONIERE
Messaggi: 726
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Chamo » 05/04/2007, 13:25

Leggendo l'ultimo post di Felce, riconosco la nostra difficolta nell'avere chiari pensieri relativi a ci? che ? determinato da spazio, tempo, tutte cose che su di noi esseri umani hanno una influenza parziale anche se determinata dallo scandire di ritmi che seguono il loro corso.
Anche io penso che l'uomo sia artefice della propria esistenza, ma non assolutisticamente e qui entra in gioco l'influenza di " quel qualche cosa" che puo' sistemarsi sul cammino di ognuno, modificandolo.
La nostra natura cos? terrenamente bassa e limitata ci priva della capacit? di usare il nostro stesso spirito per la percezione del tempo, degli avvenimenti e del loro interagire gli uni con gli altri.
Partendo da questo presupposto, l'intervento di una qualche " forza" esterna che abbia la capacit? di valutare a 360? il significato intrinseco di un momento o situazione della nostra vita, sia possibilissimo e a volte indispensabile. Il karma segue i propri percorsi fatti di complicati " pesi " e " misure"che in qualche modo spianano la strada al disegnatore del nostro destino, lasciandoci quella indipendenza che serve a noi stessi per esserne padroni,ma se in noi vi ? anche solo una stilla di quello che ? il desiderio inconscio al miglioramento, alla crescita, alla maturit?, come potremmo noi, cos? limitati, a trovare le giuste risposte a fatti? Come potremmo disegnare un nuovo tratto del percorso che ci separa dalla morte, modificandolo dal precedente? Ecco perchè personalemente credo che anche gli interventi " esterni " siano utilissimi a non cercare all'infinito, ma a rispondere concretamente ad uno dei mille quesiti che la nostra vita ci pone, e che sono parte di quel miglioramento che da soli non potremmo nemmeno immaginare.
chamo
Chamo
...no juegues con la oscuridad si quieres salir victorioso.....

Exilia
Civites Fidelis
Civites Fidelis
Messaggi: 169
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Exilia » 05/04/2007, 20:51

Io non saprei che dire...Ma penso che un destino esista..
Diciamo che..Noi decidiamo la strada da prendere, ma dopo presa questa decisione, ci sono delle conseguenze da accettare..A volte belle, a volte brutte...

Berkana
Magus Herbae
Magus Herbae
Messaggi: 862
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Berkana » 06/04/2007, 1:20

Io sono sinceramente meravigliata, quando sento dire, da chi si crede o si sente strega, che le coincidenze esistono...
il non credere alle coincidenze ? una delle prime cose che si apprendono quando s'inizia questo cammino, altrimenti non avrebbe senso praticare degli incantesimi o affidarsi al volere degli Dei...non vi pare?
Il destino ? troppo astratto o comunque poco palpabile per una strega e non lo dico in quanto tale, perchè sinceramente non credo rientri nel mio autocelebrarmi, ma fermatevi un attimo e andate oltre ai soliti modi di dire...
avete intapreso un cammino che non consente l'attribuire gli eventi al romantico Fato.
Parere personale.

Berk

Felce
ARTEFICES elemento FUOCO
ARTEFICES elemento FUOCO
Messaggi: 607
Iscritto il: 19/01/2007, 20:58

Messaggioda Felce » 06/04/2007, 8:56

Essere "strega" vuol dire non credere a questo genere di eventi?Personalmente non ho mai trovato scritto da nessuna parte una cosa del genere ma la teoria ? lacunosa quindi pu? essere ma anche chi pratica da molto tempo non mi ho mai sentito dire un cosa simile.
Quando chiedi qualcosa ai tuoi Dei non ? detto che ti venga dato...o loro sono sordi..o tu sei imbranata nell'agire...oppure quella cosa non ti ? concessa.
Questa non ? una coicidenza ? Destino..i tuoi Dei non ti esaudiscono perchè quel tuo desiserio non deve realizzarsi non ? nella tua strada.
Credere di essere strega per? significa anche credere che attraverso "signora Volont?" tu puoi modellare in qualche modo gli eventi,allontanare qualcuno,legarla proteggerla e distruggerla...ma anche in questo si ? limitati.
Esempio:I Legamenti.
Io persona che opera Voglio con tutta l'anima legare a me o a Tizio una determinata persona.Lo faccio,va tutto liscio,almeno cos? sembra,infatti ad un certo punto questa persona legata..riesce senza l'ausilio di nessuno ad allontanarsi,sta con qualcun'altro...o caso estremo muore.
Certo c'? sempre la possibilit? che l'incanto sia stato fatto male..ma si tratta di una persona che sa il fatto suo...come la metti?Sar? un caso?Sar? il Destino o gli Dei che hanno deciso che "st'unione non s? da fare".
E ho visto con gli occhi miei che chi si impunta contro tali cose arriva ad un punto morto che la Volont? pu? essere grande ma alla fine si perde,ci vorrebbe un miracolo come diciamo noi cristiani.
Ti faccio un'altro esempio,questo ? personale,poi st? zitto che se no vi annoio^^:
L'anno scorso ? venuta a mancare una persona cara in circostanze violente,dentro di me s? scatenato l'inferno veramente se avessi avuto la possibilit? di trovare il malfattore lo avrei spedito all'altro mondo con le mie mani,tanto era grande la mia rabbia.
La rabbia per la perdita ingiusta si ? sommata con l'odio per la mia provenienza genetica..chiamiamola cos?(non lo faccio apposta,non ci posso fare nulla)..
Se fossi stata un basilisco li avrei pietrificati tutti dal primo all'ultimo,ma quando succedono queste disgrazie non si agisce lucidamente mi ero messa in testa di rifarmi sull'insieme.
Una notte ho sognato quello che volevo fare,non mi metto a descrivere il sogno in se,comunque mentre scendevo dal paese e maledicevo letteralmente..arrivo al ponticello della ferrovia li nei paraggi abitava questa persona prima di passare il ponte,un braccio mi ha bloccato il passaggio e ho sentito:No! secco e categorico e mi sono svegliatat all'improvviso.
Che sia un caso,un dettato della mia coscienza?Non mi devo intromettere,ci penser? chi di dovere a mettere le cose a posto,abbiamo dei limiti dell'agire e questo me lo ha ricordato.

Berkana
Magus Herbae
Magus Herbae
Messaggi: 862
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Berkana » 06/04/2007, 14:30

Mi sono spiegata male evidentemente.
Voglio dire...
nel momento una/o si professa strega s? che quando un incantesimo di "avvera" non ? certo una coincidenza.
Questo volevo intedere.
E' per questo che rimango abbastanza alibita quando sento che non sanno cosa pensare quando si parla di coincidenze o addirittura le considerano solo come coincidenze senza domandarsi nulla o darsi qualche risposta, senza ovviamente aver la pretesa di giungere alla verit? assoluta.

Spero di essere stata più chiara.
Berk

Ghaladh
Civites Excelsus
Civites Excelsus
Messaggi: 283
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Ghaladh » 06/04/2007, 20:55

Berk, sono pienamente d'accordo con te... per come la vedo io ? di fatto improbabile che la coincidenza (nel senso di avvenimento casuale e fortuito senza una specifica causa) esista, ma non per questo cancello la parola dal vocabolario, bens? la user? per indicare la co-incidenza (ovvero l'incontrarsi reciproco) di più avvenimenti, senza indicarne le cause attraverso questa limitante parola.
La coincidenza esiste, letteralmente parlando... sono i meccanismi che l'hanno creata ad essere considerati diversamente rispetto al senso comune.
Come noi influenziamo la realt? materiale in più modi, le entità spirituali fanno il proprio lavoro in altri.

Felce: tu continui a parlare di azioni fatte nel presente dando l'impressione che esse siano scritte nel futuro e quindi, qualsiasi cosa tu faccia, era gi? risaputo che l'avresti fatta... il futuro quindi ? gi? scritto? Perch?, nonostante la sua importanza, anche la data di morte dovrebbe essere un appuntamento fisso? Secondo te non esistono entità che concorrono alla rovina dell'individuo? Secondo te tutte le creature invisibili si affiancano a noi solo per aiutarci ad andare incontro a quello che gi? ? stato deciso per noi? Dalle tue parole s'intende questo.

Se le entità invisibili non fossero dominate da una volontà assolutista (stile divinit? cristiana) e fossero libere d'intervenire a proprio piacimento ottenendo magari delle vittorie che stroncano la vita dell'individuo?
Se fossimo in balia degli eventi e il senso della Vita fosse quello di sviluppare forza sufficiente a riprenderne il controllo?

Sarebbe inquietante vivere con tutta questa responsabilit? sulle spalle, vero? Non si potrebbe più dire "era Destino che accadesse"... saremmo costretti ad ammettere di non aver combattuto abbastanza efficacemente, di aver sbagliato, di aver perso la sfida contro le forze disturbatrici.
Qualcuno ci aiuta, qualcun altro ci vorrebbe distruggere. Non ? cos? anche nella vita materiale? Per quale arcana ragione dovrebbe essere altrimenti nel mondo spirituale? Non hanno le entità una propria individualit? e progetti personali?

Il concetto di Fato ci indebolisce e fornisce un alibi alle nostre debolezze. Dimentichiamolo prima che ci annichilisca.

La Strega, che fa affidamento principalmente alla propria forza di Volont?, non raggiunger? MAI degli obiettivi degni di considerazione se ammette l'impotenza di fronte al Fato. (era questo quello che intendevi, Berk?)
Dubito, a meno che non ci metta le mani una divinit?, che una pratica non possa andare a buon fine; semplicemente, talvolta, siamo noi a non essere sufficientemente forti per contrastare e sconfiggere le potenze che si oppongono alla nostra volontà.
C'? solo da sperare che mentre vi dichiarate sconfitti dalle "immani forze le Fato", le entità che vi proteggono sappiano fare bene il proprio lavoro, altrimenti sarete sconfitti su ogni fronte.

Felce
ARTEFICES elemento FUOCO
ARTEFICES elemento FUOCO
Messaggi: 607
Iscritto il: 19/01/2007, 20:58

Messaggioda Felce » 06/04/2007, 21:43

Felce: tu continui a parlare di azioni fatte nel presente dando l'impressione che esse siano scritte nel futuro e quindi, qualsiasi cosa tu faccia, era gi? risaputo che l'avresti fatta... il futuro quindi ? gi? scritto? Perch?, nonostante la sua importanza, anche la data di morte dovrebbe essere un appuntamento fisso? Secondo te non esistono entità che concorrono alla rovina dell'individuo? Secondo te tutte le creature invisibili si affiancano a noi solo per aiutarci ad andare incontro a quello che gi? ? stato deciso per noi? Dalle tue parole s'intende questo.

Non tutto il futuro certi avvenimenti come la fine della vita si.
Molto spesso i santi o persone beate molto spesso ripetono,cheDio s? il giorno l'ora e il momento della loro morte...sarà ingenua ma io ci credo.
Io non mi ritengo piena attrice della mia vita e s? che a volte nonostante la mia Volont? non tutto riesce come vorrei,perchè a intromettersi ci sono molti fattori.
E' vero ci sono anche entità che portano alla distruzione di un'individuo ma a che pro?perchè lo fanno?un disegno ben preciso ci sarà sicuramente.
La Strega, che fa affidamento principalmente alla propria forza di Volont?, non raggiunger? MAI degli obiettivi degni di considerazione se ammette l'impotenza di fronte al Fato.

Io credo che una strega che s? quando fermarsi ? molto più saggia di una che si butta a capofitto,? vero che una delle regole ? saper Osare ma andare addosso ad un muro non credo che faccia tanto bene.
E se non si ha la capacit? di fermarsi sta sicuroche qualcosa lo far? al posto nostro...e quello come lo chiami?se non vuoi credere ad una forza astratta come un Destino,Fato ? una tua scelta ma non puoi dire che questo sminuisce la persona.
C'? solo da sperare che mentre vi dichiarate sconfitti dalle "immani forze le Fato", le entità che vi proteggono sappiano fare bene il proprio lavoro, altrimenti sarete sconfitti su ogni fronte

Sconfitti no,solo saper scendere alla fermata giusta e attendere l'autobus dell'ora giusta..poi tutto andr? nel modo in cui deve andare.
Io posso fare quello che mi pare,lo dico sempre ma non posso fare tutto,andare dappertutto e vedere tutto....il gioco dei tarocchi insegna.

Berkana
Magus Herbae
Magus Herbae
Messaggi: 862
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Berkana » 06/04/2007, 22:22

La Strega, che fa affidamento principalmente alla propria forza di Volont?, non raggiunger? MAI degli obiettivi degni di considerazione se ammette l'impotenza di fronte al Fato. (era questo quello che intendevi, Berk?)

Esattamente Ghal.

Berk

Ghaladh
Civites Excelsus
Civites Excelsus
Messaggi: 283
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Ghaladh » 07/04/2007, 12:14

Io credo che una strega che s? quando fermarsi ? molto più saggia di una che si butta a capofitto,? vero che una delle regole ? saper Osare ma andare addosso ad un muro non credo che faccia tanto bene.

Secondo me ? controproducente che la Strega creda in quel "muro".

E se non si ha la capacit? di fermarsi sta sicuroche qualcosa lo far? al posto nostro...e quello come lo chiami?

Sfiga. Ti sei imbattuto in una forza più grande di te.
oppure
Karma. Ridona l'equilibrio ed appiana gli eccessi. Spesso ? a salvaguardia della stessa persona fermata, impedendoci di compiere scelte che ci distruggerebbero.

se non vuoi credere ad una forza astratta come un Destino,Fato ? una tua scelta ma non puoi dire che questo sminuisce la persona.

Non sminuisce affatto la persona, ma ne limita immensamente i successi.

Ghaladh
Civites Excelsus
Civites Excelsus
Messaggi: 283
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Ghaladh » 07/04/2007, 12:28

Altre considerazioni postume.

Io non mi ritengo piena attrice della mia vita e s? che a volte nonostante la mia Volont? non tutto riesce come vorrei,perchè a intromettersi ci sono molti fattori.

E' questo atteggiamento che ci indebolisce e mina le radici della volontà necessaria a convogliare i nostri desideri nel rituale e a trasferirli nella realt?, secondo me.

E' vero ci sono anche entità che portano alla distruzione di un'individuo ma a che pro?perchè lo fanno?un disegno ben preciso ci sarà sicuramente.

Non ? detto... Io penso che anche le entità abbiano dei progetti personali che non hanno a che fare con il Grande Disegno, seppure, indirettamente, vi possano rientrare (i Grandi Disegnatori la sanno lunga :-D).

E se non si ha la capacit? di fermarsi sta sicuroche qualcosa lo far? al posto nostro...

Alle volte veniamo fermati, alle volte abbiamo successo. Se non ci mettiamo alla prova non lo sapremo mai; se ci arrendiamo alla prima difficolt? inchinandosi all'invisibile forza del Fato, faticheremmo immensamente a migliorarci e perderemmo un sacco di occasioni per farlo.

Chiaramente, Felce, ti rispondo in base alle mie credenze, ma rispetto le tue. Non sentirti attaccata... cito le tue frasi perchè sono quelle in maggiore disaccordo con le mie che mi danno spunto per approfondire il mio punto di vista e conoscere il tuo.


Torna a “Platea Urbis”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti