Sbattezzatevi

Discussioni generalo ed off topic

Moderatore: CONGREGA

Hermete
ARTEFICES elemento ARIA
ARTEFICES elemento ARIA
Messaggi: 1006
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Hermete » 30/03/2007, 0:12

Credete basti vedere scritto non cristiano vicino il proprio nome ad annullare il rito?


Eh eh eh, ricadiamo nella valenza che la stessa struttura ecclesiastica d? a questo rito.
Per?, forse, chi si occupa di magia, se pensa che basti questo per annullare un rito, dovrebbe rivedere un attimo qualche nozione teorica!


Hermete

zodd
Civites
Civites
Messaggi: 59
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda zodd » 31/03/2007, 16:09

Avevo sentito tanto tempo fa questa questione, quando ho 'rinnegato' il cristianesimo e l'avevo posto come una cosa da fare, appena possibile. Crescendo per? ho cambiato idea, non perchè le cose siano cambiate, ma perchè anche io lo ritengo inutile in quanto per me non cambierebbe niente. Non mi dilungo visto che le mie opinioni si accostano molto a quelle di Berkana ed Hermete e visto che sono molto più bravi di me ad esprimersi mi limito ad accodarmi! Aggiungo solo che non mi disapprovo chi voglia farlo, basta che sia una cosa consapevole e cio? che si sta annullando niente, ? semplicemente l'eliminazione di dati a fini statistici, questo dovrebbe essere chiaro, invece vedo fin troppe persone (TUTTE quelle con le quali ? capitato il discorso) che credono di eliminare tutto il loro passato... insomma non sono del tutto contrario:serve molta meno strumentalizzazione e più informazione (e i casi si ridurrebbero molto)!

Lexiablade
Civites Exsilium
Civites Exsilium
Messaggi: 37
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Lexiablade » 31/03/2007, 16:45

Per l'ultima volta replico a qusto post e lo faccio perchè ho a cuore la questione che ho posto non per motivi religiosi. Mi sento immune tanto dall'inferno quanto dal paradiso, ma cercher? di spiegarmi con un esempio, se quando ho cominciato a lavorare mi fossi iscritto a un sindacato (e qui ci starebbe almeno l'attenuante di una scelta consapevole) e con l'andare dei tempi questo sindacato, parlando con le istituzione e rivendicando una forza di rappresentanza, andasse contro gli interessi dei lavoratori, io chiederei di annullare la mia iscrizione proprio per togliere ad'esso la mia delega a rappresentarmi. La Cattolica non m preoccupa in quanto istituzione religiosa, ognuno ? libero di credere a cio che preferisce, anche ai pokemon, ma in quanto forza che vuole imporre le sue regole alle istituzioni civili minacciando di fatto sanzioni che vanno dalla scomunica all'inferno, cose che fanno paura ai credenti convinti e un po creduloni.
Con questo ultimo intervento spero di avere definitivamente chiarito i miei personalissimi motivi,
inoltre una crociata si fa per conquistare mentre questo gesto rivendica il diritto a non fare parte di una comunit? con cui non si ha nulla a che spartire^^
Abbracci,
Sid

Hermete
ARTEFICES elemento ARIA
ARTEFICES elemento ARIA
Messaggi: 1006
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Hermete » 31/03/2007, 21:30

Il fatto si essere stato battezzato da neonato, quando non potevo certamente ribellarmi, mi d? un'ulteriore certezza di quanto possa valere come sacramento.

L'esempio che fai tu Sid ? rivolto a quuelle persone che, capaci di intendere e di volere, hanno la possibilit? di scelta.


Hermete

zodd
Civites
Civites
Messaggi: 59
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda zodd » 01/04/2007, 0:09

Sid, io credo che tu abbia perfettamente ragione...questo ? il motivo giusto, semplicemente uscire dal 'librone degli iscritti' per non fare più parte della comunit?. Io semplicemente non sono d'accordo con chi lo fa perchè sente il battesimo come un marchio a fuoco che brucer? per l'eternit? sul proprio spirito e crede di risolvere tutto con un pennarello nero su un grosso registro. Credo sia stata questa l'opinione di tutti

Berkana
Magus Herbae
Magus Herbae
Messaggi: 862
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Berkana » 01/04/2007, 0:31

Credo sia stata questa l'opinione di tutti

Eh si!

Berk

Ghaladh
Civites Excelsus
Civites Excelsus
Messaggi: 283
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Ghaladh » 01/04/2007, 2:49

I documenti possono essere contraffatti, soprattutto, quando un censimento ? gestito da un organo dell'ente censito.

Parlando con un sacerdote cattolico d'alto rango dai riconosciuti meriti accademici, gli chiesi cosa avrei dovuto fare per cancellare il battesimo.
Lui mi chiese: "Hai fede in Dio?".
Io gli risposi: "Non nel suo Dio".
Lui: "Allora il Battesimo non ha più alcun senso per te. Lo hai cancellato."

Felce
ARTEFICES elemento FUOCO
ARTEFICES elemento FUOCO
Messaggi: 607
Iscritto il: 19/01/2007, 20:58

Messaggioda Felce » 03/04/2007, 21:25

Verissimo.
Il Battesimo non ? come un rito magico,viene impartito quando si ? piccolissimi la nostra volontà non conta,rappresenta la cancellazione del peccato originale e la nostra entrata nella comunit?....una volta che si capisce di non fare parte di questa comunit? e di non credere nel significato del battesimo...questo perde di significato e cade.Infatti se decidi di convertirti ad un'altra religione non devi cancellare proprio niente.
Io avrei fatto un bel casino:"Signor prelato disdico e cancello tutto!!"
dopo un p? mi ripresento:"Signor prelato c'ho ripensato..ma non mi riscriva nel librone per cortesia"...U.U

Lasher
Neo Civites
Neo Civites
Messaggi: 15
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Lasher » 30/11/2007, 19:37

Come mi ? stato indicato rispondo qui al perchè ho voluto sbattezzarmi!
Principalmente per coerenza. In quanto non riconosco n? l'autorit? eccelsiasticha, n? il dogma cattolico (e cristiano per estensione) non vedo nessun motivo per rimanere cattolico quando sbattezzarmi non mi costa nulla (solo un atto di volontà e 3 euro alle poste). Voglio dire perchè no?
In secondo luogo (cito): "per una questione di democrazia: troppo spesso il clero cattolico, convinto di rivolgersi a tutta la popolazione della propria parrocchia, ?invade? la vita altrui (pensiamo alle benedizioni natalizie o, più banalmente, al rumore prodotto dalle campane). Si crea cos? una sorta di ?condizionamento ambientale? e si diffonde la convinzione che bisogna battezzare, cresimare, confessarsi e sposarsi in chiesa per non essere discriminati all?interno della propria comunit?. Abbattere questo muro, rivendicando con orgoglio la propria identità di ateo o agnostico, ? una battaglia essenziale per vivere in una societ? veramente libera e laica."
Non in ultimo, per far scendere quel 97% che ? la percentulae dichiarata di cattolici in italia. Niente vero!
E poi in quanto gay mi sento assolutamente di prender le distanze.
Essendo sbattezzato non mi riflano l'estrema unzione in caso non sia in grado di negarla personalmente. E ci conto molto. :P
E poi (cito): "il catechismo della Chiesa cattolica ricorda (nn. 1267 e 1269) che il battesimo ?incorpora alla Chiesa? e ?il battezzato non appartiene più a se stesso [?] perci? ? chiamato [?] a essere ?obbediente? e ?sottomesso? ai capi della Chiesa?. Qualora non lo siano, le autorit? ecclesiastiche sono giuridicamente autorizzate a ?richiamare? pubblicamente il battezzato. "
E assolutamente fiore all'occhiello (cito): "perfino per un vantaggio economico: se si ? battezzati e capita di dover lavorare, anche saltuariamente, in Paesi come la Germania o l?Austria, si finisce per essere tassati per la propria appartenenza alla Chiesa cattolica, e in modo assai salato (anche 60 euro al mese su uno stipendio di 2.000 euro?)"

Giu

Felce
ARTEFICES elemento FUOCO
ARTEFICES elemento FUOCO
Messaggi: 607
Iscritto il: 19/01/2007, 20:58

Messaggioda Felce » 30/11/2007, 19:57

In secondo luogo (cito): "per una questione di democrazia: troppo spesso il clero cattolico, convinto di rivolgersi a tutta la popolazione della propria parrocchia, ?invade? la vita altrui (pensiamo alle benedizioni natalizie o, più banalmente, al rumore prodotto dalle campane). Si crea cos? una sorta di ?condizionamento ambientale? e si diffonde la convinzione che bisogna battezzare, cresimare, confessarsi e sposarsi in chiesa per non essere discriminati all?interno della propria comunit?.

Non credo che il problema sia questo...soprattutto tu in quanto gay posso capire il perchè della tua scelta e in un certo senso la condivido.Perch? appartenere ad un gruppo che non mi riconosce in quanto "essere umano",perchè di questo si tratta.
Di parole se ne dicono tante ma in fondo la sostanza ? questa se non sei contemplato (secondo loro)nelle sacrescritture e vai contr corrente o ti sulla loro via o sei fuori semplicemente non hai valore...questo ? poco democratico!Non le campane che suonano e il contorno ambientale,non le benedizioni natalizie...? anche il loro lavoro in fondo.
Forse sono un p? di parte,reputo la Fede ben divisa dall'Ecclesia..quindi posso Credere e decidere di non partecipare ad un gruppo che mi soffoca e riufatare sacramenti e regole che non mi appartengono non per questo viene meno l'attaccamento al mio Credo qualsiasi esso sia.
E poi (cito): "il catechismo della Chiesa cattolica ricorda (nn. 1267 e 1269) che il battesimo ?incorpora alla Chiesa? e ?il battezzato non appartiene più a se stesso [?] perci? ? chiamato [?] a essere ?obbediente? e ?sottomesso? ai capi della Chiesa?. Qualora non lo siano, le autorit? ecclesiastiche sono giuridicamente autorizzate a ?richiamare? pubblicamente il battezzato

Molte di queste cose sono state scritte secoli fù....difficilmente vengono messe in pratica..io non sono stata mai ripresa da nessuno..sai perchè,perchè esisteil libero arbitrio e questi signori lo sanno bene.
E assolutamente fiore all'occhiello (cito): "perfino per un vantaggio economico: se si ? battezzati e capita di dover lavorare, anche saltuariamente, in Paesi come la Germania o l?Austria, si finisce per essere tassati per la propria appartenenza alla Chiesa cattolica, e in modo assai salato (anche 60 euro al mese su uno stipendio di 2.000 euro?)"

Non credo sia una buona causa...sottolinea semplicemente che in Germania continuano a non capre un tubo!


Torna a “Platea Urbis”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite