Magia naturale

Le Piante e le Erbe nella nostra Pratica

Moderatore: CONGREGA

Kerridwen
Civites
Civites
Messaggi: 70
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Magia naturale

Messaggioda Kerridwen » 01/02/2007, 10:26

La magia naturale ha stretta relazione con gli elementi..e quindi pu? essere praticata anche con le piante. Ad esempio, possiamo incidere una foglia con il simbolo del bisogno che vogliamo esprimere e legarla ad un ramo con un laccio naturale. Aspetteremo poi che gli eventi atmosferici liberino la foglia, liberando cos? anche l'energia dell'incantesimo da noi operato.
Questo ? solo un piccolissimo esempio. Voi come usate la magia naturale? Ne siete attratti? Avete ottenuto risultati?


Kerry <curiosona>

Berkana
Magus Herbae
Magus Herbae
Messaggi: 862
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Berkana » 04/02/2007, 16:54

Interessante quesito Kerry.
La miagia naturale ? quella che mi ? più affine forse perchè ? (a parere mio) quella meno rigida e quindi con meno "regole" da seguire, legata all'istinto e quindi alla nostra capacit? di percepire il sacro negli elementi naturali.
Si la uso, come ben sai l'ho usata insieme a te una volta, solo che la fogliolina poi ? stata lasciata nelle acque della fonte Egeria.

Mi ? capitato altre volte entrando in sintonia con un albero, per? essendo all'inizio del cammino credo mi manchino ancora molti approcci nuovi con essa.
Per esempio ho sentito parlare della divinazione tramite la terra, l'acqua e via dicendo...
tecniche queste che mi affascinano molto, sarei grata se qualcuno più esperto ne parlasse.

Berk

silver-eagle
Civites
Civites
Messaggi: 48
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda silver-eagle » 12/02/2007, 16:36

casco proprio nel posto giusto..... ho incominciato a studiare l'esoterismo proprio perchè sono legato in maniera indissulubile alla natura, sono perennemente in sintonia con essa, sento quando essa soffre e quando ? in pace; gli incantesimi naturali non li formulo nemmeno: mi basta chiedere energia alla madre terra per qualcosa ed essa mi viene fornita, oppure come ho gia scritto la notte lascio la mia energia al pianeta per riaverla purificata al mio risveglio; il mio io profondo si palesa a me come "Il Guardiano Della Natura". in pratica io mi sento in essa e sento essa in me.

Elaphe
Civites
Civites
Messaggi: 37
Iscritto il: 16/01/2007, 12:40

Messaggioda Elaphe » 12/02/2007, 16:37

Solo una precisazione: teoricamente con "Magia Naturale" si intenderebbe il lavoro elementale, da Agrippa in poi. Per questo tipo di pratiche forse andrebbe trovato un nome alternativo, giusto per evitare confusioni...

In ogni caso tendo ad usare abbastanza poco questo tipo di pratica, non perchè non funzioni, ma semplicemente in quanto ? sotto certi punti di vista meno "controllabile".

Baci.

E.

Kerridwen
Civites
Civites
Messaggi: 70
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Kerridwen » 12/02/2007, 16:38

(elaphe75 @ 6/1/2007, 10:19)
Solo una precisazione: teoricamente con "Magia Naturale" si intenderebbe il lavoro elementale, da Agrippa in poi. Per questo tipo di pratiche forse andrebbe trovato un nome alternativo, giusto per evitare confusioni...

Agrippa?? Guarda ti credo sulla parola ^___^ ma io mi rifaccio alle pratiche druidiche e ad un testo di magia di un autore che stimo ed apprezzo.
In effetti il mio era un esempio, tutti sanno che la magia naturale ? legata agli elementi..non potrebbe essere altrimenti ^.^ ma ti ringrazio per la tua precisazione.

Berk ha ragione per quanto riguarda la divinazione con la terra o l'acqua! Qualcuno se la sente di aprire questo post???

Avatar utente
Chamo
CERIMONIERE
CERIMONIERE
Messaggi: 726
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Chamo » 12/02/2007, 16:40

Personalmente credo che la Magia naturale sia comunque da conoscere, indipendentemente dal tipo di scuola o persorso magico si intraprenda: le sue grandi attinenze con molta della Magia legata al paganesimo ed alla ritualit? che prevede l'uso di elementi "naturali", non pu? certo relegare in secondo piano, un ambito magico che se ben compreso apre ulteriori orizzonti a quelli che gia il mago pu? intravedere. Il fatto che venga definita
abbastanza poco questo tipo di pratica, non perchè non funzioni, ma semplicemente in quanto ? sotto certi punti di vista meno "controllabile".

.....? sempre relativo alla conoscenza e comprensione che se ne ha, e la gestione di rituali definiti di Magia Naturale, sarà altrettanto possibile di quella che si definisce in altri modi.
Come tante volte ho espresso il mio punto di vista, ritengo che lo studio della Magia includa ogni sua parte, sia essa naturale o celeste o qualsiasi altra, e tutto questo ? per mettere nelle mani del mago/strega tutti quegli elementi che permetteranno una crescita e maturit? spirituale maggiore, ed accresce quelle che sono le potenzialit? operative in ragione della scelta di un persorso piuttosto che un'altro.
A volte nascono grossi malintesi legati alle diverse forme di Magia, e questi sono il frutto di una scarsa o parziale conoscenza di quelle che sono le basi su cui si fonda il principio magico, qualunque esso sia. Le diverse scuole magiche, se si osservano alla base dei dogmi dai quali traggono le loro ideologie e operativit?, basano il loro percorso evolutivo su diversi metodi e sistemi operativi, ma rifacendosi a quelle leggi che sono per tutti racchiuse sotto un unico termine; Magia!
La conoscenza e la maturit? magica, devono crescere in un connubio fatto di equilibri e di consapevolezza che diano il meglio in ragione dello stesso grado di maturit? intrapresa e conseguita dal mago/strega.
A volte ho riscontrato negli scritti di diversi autori, e studiosi di correnti magiche differenti, una tendenza a sminuire o relegare in secondo piano, quelle che non sono le loro opinioni, mettendosi in primo piano davanti ad altre esperienze e concezioni. Trovo sia conprensibile dal punto di vista umano, ma alla luce di un ragionamento logico ed imparziale, sono il sintomo non accettabile della voglia di unicit? che spesso deriva dalla pratica magica. Il comprendere non sempre significa accettare: posso condividere un idea anche se non fa parte del mio compendio di esperienze ne studi, ma non per questo ergermi a giudice di quale possa essere meglio e quale peggio. Cos? come il buono e cattivo sono concetti relativi, cos? il meglio ed il peggio in Magia, sono altrettanto opinabili e relativi, e frutto delle idee di un essere umano, che nonostante la buona fede, tende a porre come uniche ed assolute.
La mia idea ? che si tenda spesso a non considerare i tantissimi aspetti che spesso una stessa cosa ha, e questo da adito a malintesi che con una osservazione più estesa del problema, possono essere sfatati!


chamo
Chamo
...no juegues con la oscuridad si quieres salir victorioso.....

Elara
Civites Fidelis
Civites Fidelis
Messaggi: 138
Iscritto il: 25/01/2007, 23:44

Messaggioda Elara » 12/02/2007, 16:40

sinceramente io opero molto con gli elementi anzi ultimamente quasi ritornando unicamente ad essi.. NOn credo che sia meno contrallabile ma solo meno accessibile..mi spiego meglio..per usare la mai degli elementi bisogna essere in sintonia con essi e saper incanalare la loro immensa energia..
Uso molto la sabbia.. le pietre e le erbe...ovviamente acqua e candele ..questo ? il mio corredo..poii lo arricchisco a seconda..

Cmq non conoscevo la divinazione con la terra di per s? ..mi ? capitato di meditare cn la sabbia e avere una sorta di divinazione ..
Mentre per quanto riguarda la divinazione con l'acqua creso sia perfetto su un fiume..
Avevo costruito e studiato un apposito rituale, tralasciatemi il termine dato che di rituale non ha molto, che includesse sia la terra che il fuoco e l'aria..non so se funziona per tutti..ma credo sia efficace..
Poi ovvio tutto ? soggettivo..

Se a qualcuno interessa lo ripesco nel mio grimorio..

Ela

Berkana
Magus Herbae
Magus Herbae
Messaggi: 862
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Berkana » 12/02/2007, 16:43

La mia idea ? che si tenda spesso a non considerare i tantissimi aspetti che spesso una stessa cosa ha, e questo da adito a malintesi che con una osservazione più estesa del problema, possono essere sfatati!


Un chiusura che riassume in modo eccellente il tuo pensiero che quoto senza dubbio alcuno.
La quoto perchè mi spiace che il topic stia andando in off...
Vorrei far ritornare, tutti coloro che vogliono discutere tale argomento, al reale indirizzo di apertura che Kerry ci ha gentilmente offerto.
Se vorrete parlare di quale tipo di magia privilegiate, baster? aprire un altro topic.
Grazie.
Berk

LightShadow
Civites Aurum
Civites Aurum
Messaggi: 360
Iscritto il: 15/01/2007, 20:13

Messaggioda LightShadow » 12/02/2007, 16:44

Diciamo che ho sempre avuto una forte sensibilit? verso la Natura e tutti i suoi Elementi...
Fin da quando ero piccola uscivo ho sentito un forte legame con la Natura. Per esempio ogni volta che c'era anche solo un p? di vento uscivo subito di casa e sarei stat in grado di rimanere ore ad ascoltarlo sussurrare nelle mie orecchie. Facevo pure finta di parlarci cercando di capire cosa volessero dire i suoi sussurri ^_^
Oppure a quattro anni, appena entravo in casa di mia zia andavo dalle sue piante e cominciavo ad accarezzarle e a parlare loro...

Beh penso di avere una certa predisposizione per la magia naturale... Anche perchè ? stata la prima che ho avuto il piacere di sperimentare ed ? quella che in fondo mi da più risultati. Amo praticare e fondermi con le energie degli elementi^_^!!

Light

Morvan
Civites
Civites
Messaggi: 25
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Morvan » 12/02/2007, 16:47

Personalmente mi rivolgo spesso agli elementi. Spesso sotterro oggetti e quando libero preghiere al vento posso sentirle fluire potenti.
Le mie meditazioni migliori poi le ho fatte radicandomi presso alberi che mi hanno dato il permesso di attingere alle loro profonde energie.
L'importante ? sempre avere il massimo rispetto e la massima gratitudine per chi ci dona qualcosa, sia esso un fiore o la Terra stessa.

)O( F. )O(


Torna a “Magia delle Erbe”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite