Credete alle coincidenze?

Discussioni generalo ed off topic

Moderatore: CONGREGA

Ghaladh
Civites Excelsus
Civites Excelsus
Messaggi: 283
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Ghaladh » 01/04/2007, 2:58

Le coincidenze avvengono quando le Entit? fanno il loro lavoro per bene e noi ci meritiamo (talvolta in male) tale evento. La coincidenza ? segnale di un'armonia fra le nostre azioni e il Volere Superiore (o di disarmonia, quando la coincidenza ha risultati negativi).
Giocavo con una moneta da due euro, da almeno un quarto d'ora. La lanciavo in aria e la riafferravo, la facevo scivolare fra le dita... cadde solo quando stavo passando su una grata che dava su un parcheggio sotterraneo nel momento in cui una macchina stava passando sotto a moderata velocit?, cadendole sul parabrezza e scheggiandolo.
La coincidenza era una punizione a me (che avevo perso cos? 2 euro), o all'automobilista che andava troppo veloce nel parcheggio sotterraneo (il cristallo gli sarà costato sicuramente più di due euro).
Giuro che se scopro che IO c'ho rimesso 2 euro per punire un idiota che correva, faccio causa agli Dei! :D

Berkana
Magus Herbae
Magus Herbae
Messaggi: 862
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Berkana » 01/04/2007, 4:08

Vedi Ghaladh questa per me non ? stata una coincidenza!
Forse usiamo termini diversi per esprimere gli stessi concetti...mah?!?!


Berk

Ghaladh
Civites Excelsus
Civites Excelsus
Messaggi: 283
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Ghaladh » 01/04/2007, 15:58

S?, io credo che sia cos?, Berk. :) Io do un'altro significato alla parola "coincidenza", ma intendiamo la stessa cosa.

Lexiablade
Civites Exsilium
Civites Exsilium
Messaggi: 37
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Lexiablade » 02/04/2007, 0:31

A proposito di coincidenze voglio postare questo esempio reale e al contempo fantastico che mi ha raccontato mio figlio durante questo sabato e domenica in cui siamo stati insieme.
Da quando io e sua madre ci siamo separati loro sono andati a vivere in un paesino sperduto dell'oltrep? pavese dove vivevano i nonni di sua mamma.
Putroppo due anni fa la nonna ? morta per un tumore al cervello e il nonno era caduto in depressione e totale apatia, senza la donna che lo aveva accompagnato per tutta la vita, solo in una cascina troppo grande. Oggi parlando con Lorenzo gli ho chiesto come stava e lui mi ha detto che era sindaco in un paese nel Bangladesh... O.O Dopo la morte della moglie, per distrarlo un po, una zia di Lorenzo lo aveva portato con se e il marito in un viaggio in quel paese. Beh quest'uomo in vita sua ha sempre parlato solo il calabrese e di certo non ? un cultore di viaggi esotici ma si ? trovato in un paesino dove c'era un forno che non funzionava da trent'anni e ovviamente non avevano soldi per ripararlo, lui (meccanico all'alfa romeo da sempre) ? riuscito a rimetterlo in funzione... Ora ? sindaco del paese e vive li aiuta le persone con la meccanica e comunica grazie a un dizionario italiano-inglese, torna in Italia solo per uno o due mesi all'anno.E' praticamente rinato.
Questo per me ? un esempio lampante di "coincidenza sincronica" e al di la di tutto una meravigliosa storia vera
Abbracci,
Sid
Ultima modifica di Lexiablade il 02/04/2007, 21:28, modificato 1 volta in totale.

Berkana
Magus Herbae
Magus Herbae
Messaggi: 862
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Berkana » 02/04/2007, 3:08

"coincidenza sincronica"

Perdonami Sid per l'insistenza, ma se ? sincronica non ? una coincidenza, altrimenti tutta la teoria di Jung va a quel paese.

Comunque una bellissima storia, veramente.
Berk

Avatar utente
Chamo
CERIMONIERE
CERIMONIERE
Messaggi: 726
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Chamo » 02/04/2007, 7:31

Mi associo alle parole di Berkana!

chamo
Chamo
...no juegues con la oscuridad si quieres salir victorioso.....

zodd
Civites
Civites
Messaggi: 59
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda zodd » 02/04/2007, 10:27

La coincidenza era una punizione a me (che avevo perso cos? 2 euro), o all'automobilista che andava troppo veloce nel parcheggio sotterraneo (il cristallo gli sarà costato sicuramente più di due euro).

Per quanto possa essere semplice esprime bene il concetto. il fatto ? che ? verosimile che la 'punizione' fosse per entrambi..ma a me piace pensare che ci possa essere stata una coincidenza, nel senso che se per caso la forza fosse stata diretta semplicemente a scheggiare il vetro dell'auto allora sarebbe potuto passare qualcun'altro, e magari perdere una chiave..in questo caso la coincidenza starebbe nel fatto che stavi passando tu. Non amo l'idea che qualcuno possa averti fatto passaree da l? per fare cadere a te due euro e scheggiare il vetro dell'auto contemporaneamente! Ovviamente l'esempio ? semplice quindi ? verosimile che possa essere stato cos? e non esserci coincidenza alcuna, ma in casi più complessi sono alquanto scettico. Il fatto ? che ? difficile se non impossibile discernere eventi casuali da eventi pilotati!

SI, effettivamente c'? un p? di ambiguit? di significati nella parola coincidenza...probabilmente stiamo tutti girando attorno alla stessa cosa :P

Sid, io in questo caso non credo sia una coincidenza (ma potrebbe esserlo) per? (Berk e Chamo) se concordate nella 'coincidenza sincronica' sbaglio o un caposaldo di questa teoria ? l'acausalit? dell'evento (e quindi una coincidenza)?

Lexiablade
Civites Exsilium
Civites Exsilium
Messaggi: 37
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Lexiablade » 02/04/2007, 10:59

Berkana ha scritto:
"coincidenza sincronica"

Perdonami Sid per l'insistenza, ma se ? sincronica non ? una coincidenza, altrimenti tutta la teoria di Jung va a quel paese.

Comunque una bellissima storia, veramente.
Berk


Cito testualmente da: "nulla succede per caso" (la recensione la trovate nella biblioteca di Alessandria)
Carl Gustav Jung, la cui opera "la sincronicit? come principio di nessi acausali venne pubblicata nel 1952, coni? il termine "sincronicit?" e lo fece entrare nel gergo psicologico, dopo di che il concetto venne rapidamente assorbito dalla cultura popolare (pag.19)
Per spiegare meglio, Jung usa il termine "sincronismo " per definire quelle condizioni che portano alla "coincidenza" simultaneamente, senza cio? seguire il principio di causa - effetto, e per questo le definisce "acausali"
Parole sue...
Sid
Ultima modifica di Lexiablade il 07/04/2007, 17:00, modificato 3 volte in totale.

Ghaladh
Civites Excelsus
Civites Excelsus
Messaggi: 283
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Messaggioda Ghaladh » 02/04/2007, 17:23

Le "coincidenze" potrebbero, come credo, essere in gran parte l'opera di entità che indirizzano la tua vita con fini eventualmente diversi (per insegnare, per premiare, per punire, per sollazzarsi) e quindi potrebbero essere piani improvvisati che non prendono in considerazione l'esistenza del Destino.

Non capisco la differenza che Berkana vede fra la propria affermazione e quella di Dark o Sid.

Hermete
ARTEFICES elemento ARIA
ARTEFICES elemento ARIA
Messaggi: 1006
Iscritto il: 16/01/2007, 15:11

Messaggioda Hermete » 02/04/2007, 19:21

ma a me piace pensare che ci possa essere stata una coincidenza, nel senso che se per caso la forza fosse stata diretta semplicemente a scheggiare il vetro dell'auto allora sarebbe potuto passare qualcun'altro, e magari perdere una chiave..in questo caso la coincidenza starebbe nel fatto che stavi passando tu.


In questo caso per? non metti in considerazione la "punizione", o meglio, l'insegnamento che potrebbe aver ricevuto la persona a cui sono caduti due euro.
Rifletti solo su ci? che ? avvenuto all'autista dell'auto, ovvero la parte più visibile e chiara di quanto preso come esempio.
Mi spiego meglio. Io sono solito a giocherellare con qualcosa in mano.... cos? facendo mi ? capitato più volte di perdere oggettini, ma nonostante tutto continuo. L'evento preso come esempio, "scheggiare il vetro di un'automobile", essendo abbastanza forte, potrebbe farmi riflettere su questo mio "difetto", infatti vedendo cosa ha causato la mia mania, potrei talmente spaventarmi poichè potevo causare un serio incidente e quindi, da quel momento, non giocher? più cos?.
In questo caso abbiamo per? parlato di situazioni in termini di "Passato" e "Presente"... Passato come la mia mania di giocherellare con oggetti, molti dei quali andati perduti o in frantumi, Presente in quanto la situazione raccontata ? stata vissuta nel presente appunto.... entrambi sono tempi che possiamo conoscere. Potrei anche ipotizzare qualcosa sul "Futuro", ma che non verrà mai a sapere. Infatti, se avessi continuato a giocherellare cos?, avrei potuto ad esempio perdere un oggetto di valore, oppure causare un incidente ben più grave... ma per una NON COINCIDENZA ci? non avverrà in quanto i fatti mi hanno portato ad agire in maniera giusta, riflettendo su questo apparentemente banale gesto.

Ho la sensazione che alla fine siamo tutti d'accordo, chi più chi meno, stiamo dando dei valori diversi alle parole e questo ? giusto in quanto non possiamo soffermarci solo su significati degli opposti.


Hermete


Torna a “Platea Urbis”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti