Rimedi naturai e insoliti per il raffreddore

Le Piante e le Erbe nella nostra Pratica

Moderatore: CONGREGA

Gufo
Civites Exsilium
Civites Exsilium
Messaggi: 207
Iscritto il: 01/01/1970, 2:00

Rimedi naturai e insoliti per il raffreddore

Messaggioda Gufo » 12/10/2008, 11:40

Guardata un pò qui cosa vi posta il vostro strigide preferito???
Io li trovo fikissimi...
un canto di salute per voi
Gufo


Rimedi naturali per stroncare il raffreddore

Dalla Polonia:
1 tazza di latte;
1 cucchiaio di miele;
1 cucchiaino di burro;
mezzo cucchiaino di aglio fresco grattugiato.
Riscaldare il latte e, quando è bollente, aggiungere miele e burro e
mescolare finché questi due ingredienti si siano ben bene amalgamati;
aggiungere l'aglio. Bere sorseggiando un'ora prima di coricarsi.

In Africa si usa aspirare col naso un pizzico di pepe di Caienna per
provocare lo starnuto e quindi liberare i canali nasali.
Un altro rimedio africano per arrestare il raffreddore di testa o di petto
consiste nel far bollire per 10 minuti a fuoco lento due cucchiai di pepe di
Caienna fresco e due cucchiai di cipolla a dadini in una tazza di acqua. Si
filtra e si beve caldo prima di coricarsi o durante il giorno secondo le
necessità . Se non si dispone di pepe fresco, sostituirlo con un quarto di
cucchiaino di pepe macinato.

Nelle isole tropicali di Zanzibar, gli indigeni preparano una soluzione
inalante mettendo due chiodi di garofano in mezzo litro di acqua bollente;
poi ne aspirano i vapori.
Per raffreddori di petto, tossi e complicazioni bronchiali è molto indicato
il tè di chiodi di garofano, sia da bere sia per inalazioni. Questo tè si
prepara lasciando in infusione 4 o 5 chiodi di garofano in una tazza di
acqua bollente; i benefici di questo preparato sono triplici: serve da
espettorante, da blando antisettico e da germicida.

In molte zone dell'Asia si usa un rimedio che serve anche come cura
profilattica del raffreddore, consiste nel masticare un pezzettino di radice
di zenzero fresco tre volte al giorno prima dei pasti. Si potrebbe anche
bere il tè di zenzero che si ottiene sciogliendo un quarto di cucchiaino di
polvere di zenzero e due cucchiaini di miele in una tazza di acqua bollente.
Lo zenzero agisce come espettorante e serve a curare la congestione dei
canali bronchiali.

In India invece si utilizza questo versatile rimedio che si prepara versando
un litro di acqua bollente sopra una tazza di polpa di tamarindo, coprendo e
lasciando in infusione per 2 ore; dopo aver filtrato l'infuso, si aggiunge
un cucchiaino di miele a una mezza tazza del liquido diluendolo poi con
acqua secondo i gusti. Si prende ogni 3 o 4 ore; per ottenere i maggiori
benefici è consigliabile sorseggiare.

In Arabia si usa la scorza di melagrana per ottenere un liquido per
gargarismi facendo bollire per 20 minuti a fuoco lento due cucchiai di
scorze di melegrana essiccate in 3 tazze d'acqua. Si fa raffreddare, si
filtra e si usa senza diluire, per guarire gola irritata e raffreddori.

In Finlandia si usa uva ursina bollita e fatta a purea e mescolata con miele
per preparare un rimedio per tosse e raffreddore così gradevole da far
venire far venire voglia di berlo anche quando si sta bene.

In Cina si usa T'ien men tung, una verdura con molte proprietà  medicinali.
Si prepara una zuppa o una purea da servirsi calda e si usa come rimedio per
i raffreddori e per calmare le tossi secche. Il nome cinese è difficile, ma
in realtà  si tratta degli asparagi.

In America un rimedio assai popolare è la limonata calda col miele.

Un famoso rimedio gitano per tossi e raffreddori di petto consiste in un
decotto preparato mediante bollitura di foglie di ortica, radice di
liquirizia e tanto miele quanto basta per ottenerne uno sciroppo.

In Francia si prepara un delizioso rimedio per la tosse facendo cuocere a
vapore delle belle ciliege mature in tanta acqua quanto basta per
ricoprirle, e aggiungendo del miele fino a ottenere una consistenza
sciropposa. Si lascia raffreddare, si tolgono i noccioli alle ciliege e si
aggiunge succo di limone a volontà . Si prende a cucchiai.

In Grecia preparano un gradevolissimo rimedio emolliente per la tosse
facendo cuocere a vapore fichi, miele e fette di limone fino ad ottenerne un
composto di consistenza tenera. Prenderne un cucchiaio ogni volta che se ne
ha di bisogno.

In Germania un rimedio per raffreddori e influenza consiste in un tè che si
può bere sia da malati che da sani. Si prepara versando acqua bollente su
menta piperita e fiori di sambuco in parti uguali, un cucchiaino di ognuno
per una tazza e mezza di acqua. Lasciare in infusione per 5 munuti, filtrare
e bere quando è ancora caldo. Se occorre come rimedio per la tosse, ridurre
a mezza tazza la quantità  di acqua, aggiungere tre cucchiai di miele e il
succo di mezzo limone.

Da: L. Kordel - Rimedi popolari naturali - Ed. Rizzoli

Torna a “Magia delle Erbe”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti